Dimagrimento

Cos’è la dieta “South Beach”? Disintossicarsi dai carboidrati si può

- Scritto da in Alimentazione Dimagrimento Domande Frequenti Notizie e Novità Salute

Nel moderno e variegato tripudio di diete, roba da far girare la testa anche a chi, di dieta, proprio non vuole sentirne parlare, non poteva certo mancare, vista la stagione dell’anno in cui ci troviamo, quella dal retrogusto estivo, almeno nel nome: si chiama South Beach ed è stata messa a punto dal dottor Arthur Agatston, direttore del centro di prevenzione delle patologie del cuore del Mount Sinai di Miami Beach, in Florida. Questo regime alimentare si basa su un principio cardine: regolare il consumo di carboidrati, responsabili dell’adipe in eccesso. Pane, pasta, fratelli e sorelle hanno infatti l’ingrato compito di essere digeriti troppo velocemente, e dunque innalzano il livello di insulina nel sangue (ormone peptidico dalle proprietà anaboliche che ha la funzione di regolare i livelli di glucosio ematico ed è responsabile del cosiddetto “fenomeno di ingrassamento”, lo stoccaggio dei lipidi all’interno del tessuto adiposo). Per intenderci… Se i livelli di insulina nel sangue si innalzassero troppo rispetto alla media, l’organismo non solo diventerebbe soggetto ad accumulare grasso, ma avrebbe anche più voglia di consumare carboidrati. Il detto “Ti do una mano e ti prendi tutto il braccio”? Quantomai azzeccato. Più zuccheri vengono sintetizzati dall’organismo, più questo sente il bisogno di introdurne degli altri. Ecco il compito principale della dieta South Beach: disinnescare questo congegno e sostituire i carboidrati buoni a quelli “cattivi”.

read more

Leggi tutto »

Dieta del Paleo, dimagrire tornando all’età della pietra: no a latticini e cereali

- Scritto da in Alimentazione Dimagrimento Notizie e Novità Salute

Quando tornare all’età della pietra non sarebbe una cattiva idea, anzi. Di recente, visto che in fatto di alimentazione al giorno d’oggi si può parlare di “tendenza”, sta andando di moda una nuova dieta made in America, quella del Paleo(litico). Nei tempi primitivi, a quanto pare, si mangiava in modo più sano. Questo nuovo (o vecchio?) regime alimentare si basa sul principio che era l’uomo dell’età della pietra ad avere il giusto approccio nei confronti del cibo: si nutriva di alimenti naturali (quindi biologici), seguiva una dieta sana e priva di cibi “contraffatti” da prodotti chimici e conservati: un menu che non comprendeva cereali, latticini e derivati, che, con il passare del tempo, potrebbero creare allergie o intolleranze di grave entità. Quello che forse cambia, rispetto ad allora, è la consapevolezza con cui noi uomini moderni dovremmo avvicinarci a questo tipo di nutrizione, invasi come siamo da cibo spazzatura – fast food, torte confezionate, panini iper farciti e surgelati di ogni tipo.

read more

Leggi tutto »

Tartaruga addominale al top? Per i coreani, ci pensa l’agopuntura

- Scritto da in Dimagrimento Domande Frequenti Salute

Ore e ore spese in palestra a fare addominali per avere un girovita e una tartaruga al cardiopalma? Niente di più semplice. In Asia, è stato studiato un metodo “sbrigativo”, e senz’altro meno faticoso, per mantenere in forma il proprio addome. Secondo una ricerca coreana, pubblicata su «Acupuncture in Medicine», l’agopuntura nella parte esterna dell’orecchio, con cinque punti di stimolazione, aiuterebbe a ridurre l’adipe in eccesso, favorendo il ritorno (o la prima venuta) dei desiderati quadratini che tanto ricordano il guscio delle testuggini. I ricercatori asiatici hanno dimostrato che, utilizzando questa stimolazione continua di cinque punti dell’orecchio esterno, rispetto a quella che ne prevede uno solo, il grasso può sciogliersi più facilmente, lasciando libero spazio alla costruzione di un apparato addominale iper tonico. «In entrambi i casi (con il metodo dell’agopuntura, ndr.) abbiamo osservato un calo del girovita – spiegano gli studiosi –, ma c’è stata una diminuzione maggiore quando i pazienti sono stati trattati con i cinque punti di contatto rispetto a uno solo». Dei 91 soggetti che hanno preso parte all’esperimento (tutti con un indice di massa corporea pari o superiore a 23), 30 sono stati trattati mediante l’inserimento cutaneo, nell’orecchio, di cinque aghi, per una profondità di due millimetri, fissati alla pelle con un nastro adesivo e tenuti in posizione per un’intera settimana. Il risultato è stato sorprendente. «L’agopuntura con cinque punti – precisano ancora i ricercatori coreani – può essere appropriata per affrontare il grasso addominale».

read more

Leggi tutto »

Dieta ai piani alti, anche Angela Merkel ha deciso di dire basta ai “cuscinetti”

- Scritto da in Alimentazione Dimagrimento Notizie e Novità

Taglio ai biscotti, sì alla frutta, e tanta, tanta disciplina. A quanto pare, con l’estate ormai alle porte, non solo i vip “da palcoscenico e copertine griffate” pensano sia meglio stare attenti alla linea e mettersi a dieta (in vista della prova costume e degli scatti fotografici sulle spiagge assolate). Uno stop deciso all’alimentazione scorretta e agli sgarri calorici fuori pasto l’ha annunciato anche la Cancelliera tedesca Angela Merkel, che, eliminando i cibi grassi dalla tavola, ha dato tregua all’ago della bilancia. La premier è apparsa in effetti piuttosto dimagrita, e dal suo entourage è arrivata la conferma ufficiale: «La Merkel ha già perso dieci chili. Da quando ha avuto l’incidente in montagna, che l’ha costretta alle stampelle a lungo, ha cambiato regime». La Cancelliera si è messa a dieta soltanto per questo motivo? Non si sa. Certo è che i più maliziosi pensano possa trattarsi di uno “stratagemma” per fare una più bella figura sulla scena internazionale. Comunque… vediamo in cosa consiste il suo nuovo regime alimentare equilibrato: niente più biscotti durante le sedute di lavoro, e i panini al formaggio e “mett” (macinato di maiale ricolmo di spezie) sono stati sostituiti da crudités come carote, sedano e insalatine. «Mangia molta frutta ed è molto disciplinata», ha rivelato uno dei suoi al quotidiano tedesco Bild. Alla sua prossima apparizione pubblica, tutti senz’altro staremo attenti alla nuova linea della Cancelliera. Chissà se oltre l’alimentazione abbia deciso di cambiare anche il look…

read more

Leggi tutto »

Dieta e stranezze, “Dimasniff”, chi vuole dimagrire deve sniffare escrementi

- Scritto da in Alimentazione Dimagrimento Notizie e Novità

Siamo in aprile. Il clima, a sprazzi, è quello primaverile. Sole quanto basta per farci pensare all’estate alle porte. E ansia – più del quanto basta – per farci pensare alla prova costume. Proprio in questo periodo impazzano le diete più svariate e si tenta di mantenere sotto controllo il proprio peso corporeo. Abbiamo parlato in precedenza della “dieta del cavernicolo” (un periodo di abbuffate seguito da uno di digiuno). E se questa vi era sembrata bizzarra, non so se avete mai saputo dell’esistenza di quella “della puzza” (DimaSniff). Nessuno scherzo. Questa è una “dieta” che consiste nell’utilizzo di uno spray nasale all’odor di escremento “da consumare prima dei pasti”. Un metodo che certo ci farà passare la voglia di cibarci, o comunque calerà lo stimolo del nostro appetito. Leggere di queste cose – di questi “farmaci” alternativi – porta a una sola riflessione: la mente umana è talmente masochista da architettare idee diaboliche pur di rispecchiare i canoni imposti dalla società (bello-magro-desiderabile e via discorrendo). Perché, diciamolo, se fosse solo per una questione di salute, nessuno metterebbe in dubbio tutte queste dure prove o nuove tendenze alimentari. Il problema è che questo peso-forma è difficile da raggiungere. Come la famosa bistecca che i cani in addestramento tentano invano di acchiappare, che si sposta, ogni metro, sempre più lontano. E noi esseri umani non ci arrendiamo. Spendiamo soldi in farmaci, creme, massaggi, dietologi. Ancora non abbiamo inventato un marchingegno che ci fulmina con scosse elettriche ogni qual volta apriamo il frigorifero o la dispensa porta-cibo, ma poco ci manca.

read more

Leggi tutto »

Abbuffate e digiuni a periodi alterni, spopola la “dieta del cavernicolo”

- Scritto da in Alimentazione Dimagrimento Domande Frequenti

C’è una nota citazione che recita: “Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. George Bernard Shaw, in effetti, non aveva tutti i torti. Perché, tralasciando i primi due aggettivi (che riguardano l’immoralità e l’illegalità), cos’è il cibo se non un vero e proprio piacere? Per il fisico, per il corpo e per la mente… Dopo i migliaia di studi in materia di ferrei regimi alimentari per eliminare il grasso in eccesso, arriva una nuova dieta, quella del cavernicolo, una ricerca australiana che, per perdere peso, ci riporta all’età della pietra. Basta insalate, piatti di pasta fatti di penne e fusilli contati, e caffè iper amari. La regola di questa nuova dieta (moderna nel culto, ma antica nel nome) è: mangiare – anche abbuffandosi – per due settimane, per poi astenersi nelle due successive. Questo tipo di “digiuno alternato“, che, stando a quanto testimonia qualcuno, farebbe scomparire in fretta i chili di troppo, prende spunto dall’ambiente primitivo nel quale il nostro organismo ha sviluppato le sue caratteristiche, e si è già diffusa in tutto il mondo.

read more

Leggi tutto »

In un mondo "futurista" e ultra tecnologico, ecco le app per tenersi in forma

- Scritto da in Dimagrimento Notizie e Novità Salute

In un tempo non molto remoto, quando la tecnologia – quella un po” “malata” – non si era ancora impadronita della nostra vita, primeggiavano i dietologi, i nutrizionisti, i personal trainer o, per riassumere, i cosiddetti “consigli degli esperti“. Ora, nel 2014, lo smartphone è in grado di gestire a pieno la nostra forma fisica, e trasformarsi in un vero e proprio fitness assistant: dal contacalorie al controllo della dieta, dalla misurazione del battito cardiaco agli esercizi fisici con tanto di feedback per ottenere gambe e glutei iper sodi. Insomma, tenere sotto controllo la propria alimentazione e bruciare i grassi in modo adeguato e duraturo non è un problema. Ma “solo” se siamo intenzionati ad affidarci, in tutto e per tutto, al nostro telefono. Un”impresa titanica per chi, come me, qualche volta sogna di poter tornare indietro… alle penne e ai diari, ai cibi genuini coltivati nell”orticello di casa… e a una bella corsetta nel parco. Altro che tapis roulant, cyclette e dati che assillano i sempre più giganteschi schermi degli smartphone…

read more

Leggi tutto »