Bere di più per dimagrire più velocemente: ecco perchè funziona

- Scritto da in Boxe Calcio Culturismo Domande Frequenti Notizie e Novità Salute Sport

Acqua e dimagrimento sono due concetti estremamente correlati: l’importanza di bere più abbondantemente riguarda soprattutto coloro che si trovano a dieta per perdere peso o che cercano di conservare la forma ideale. Una corretta idratazione infatti mantiene in perfetta efficienza i nostri organi interni e aiuta a bruciare più calorie, tenendo attivo il metabolismo e consentendo la realizzazione di tutte le reazioni chimiche che ci permettono di modificare la nostra composizione corporea e rimanere in forma e in salute.

Bere acqua infatti aumenta il metabolismo basale cioè la spesa energetica quando il nostro corpo è in uno stato di riposo. Con mezzo litro di acqua liscia e nel giro di appena 10 minuti, il metabolismo aumenta tra il 25 e il 30% e questo effetto dura per circa 60 minuti.

Bere acqua per accelerare il metabolismo e bruciare di più

Questa spesa energetica positiva funziona anche nei bambini: bere di più fa bene anche ai più piccoli che si trovino in stato di sovrappeso od obesità. Idratarsi quindi è importante sia in termini di prevenzione che di trattamento per quanto riguarda il controllo del proprio peso. Inoltre per ogni mezzo litro di acqua introdotto, si contano 23 cal ulteriori da bruciare per il nostro corpo e considerando questi numeri su base annua un consumo di almeno 1 litro d’acqua il giorno significa 17.000 cal in più solo per aver bevuto regolarmente. E si badi bene che 1 litro di acqua è un quantitativo estremamente basso rispetto a quello raccomandato e che vedremo meglio nel proseguimento dell’articolo.

Un’altra caratteristica interessante è che l’acqua più fresca rispetto la temperatura ambientale aumenta ulteriormente la termogenesi perché il corpo ha bisogno di bruciare più energia per mantenere in equilibrio la temperatura corporea e andrà dunque ad eliminare più calorie.

Riduzione dell’appetito e consumo di acqua

Il consumo di acqua riduce l’appetito in prossimità dei pasti e questa semplice abitudine consente di perdere due chili in più in media nell’arco di tre mesi. Anche nelle persone con tendenza al sovrappeso o all’obesità, ed anche nell’età più avanzata, questa abitudine aiuta a perdere peso più facilmente rispetto a chi non introduce acqua prima del pasto. Anche prima della colazione, l’assunzione di acqua aiuta a ridurre di almeno il 13% il quantitativo calorico che andremo ad ingerire. Essendone priva, l’acqua non apporta calorie e aiuta anzi ad assumerne almeno il 10% in meno lungo tutto l’arco della giornata consentendoci di prevenire eventuali aumenti di peso indesiderati.

Quant’acqua dobbiamo bere e come

Ovviamente è importante ascoltare il proprio corpo ma se non siamo abituati a bere, dovremo riabituar l’organismo a piccoli sorsi. Si raccomandano almeno 2 l di acqua al giorno anche se l’esatto fabbisogno andrebbe calcolato in funzione dell’attività fisica, dello stile di vita, del clima, dell’alimentazione e del tipo di lavoro svolto. In alcuni alimenti ad esempio può essere presente già una buona quantità di acqua come ad esempio nella frutta, nella verdura e in eventuali succhi e frullati consumati.

Quando avvertiamo la sensazione di sete significa che siamo già disidratati e quindi è bene prevenirla introducendo piccoli sorsi continuamente durante l’arco della giornata. Quando abbiamo sete quindi significa che abbiamo già tardato troppo: la sete sarebbe da prevenire sempre. Nei casi più lievi, la disidratazione provoca mal di testa, alterazioni d’umore, appetito e difficoltà a concentrarsi.

L’acqua quindi ci aiuta a rimanere in salute e a bruciare calorie più facilmente, a tenere sotto controllo l’appetito e a mantenere il cervello e il metabolismo attivi. Ovviamente l’acqua migliore è quella pura e fresca e andrebbe evitata nell’ambito di bevande gassate e succhi zuccherati industriali.