Arancio amaro e dimagrimento: integratori naturali

- Scritto da in Dimagrimento Integratori Salute

Normalmente siamo abituati all’arancio dolce, un alimento molto importante dal punto di vista nutrizionale mentre l’arancio amaro, risultando meno apprezzabile nel sapore è anche tendenzialmente meno conosciuto. Tuttavia stiamo parlando di un ingrediente molto diffuso sia nei prodotti cosmetici che nella fitoterapia, ricavato dalla scorza dei frutti, dalle foglie e dai fiori prima dell’apertura.

Questo albero (citrus aurantium) originario dell’India cresce in regioni dal clima tropicale tra la Spagna e anche il sud Italia; il suo infuso di fiori e foglie è noto storicamente per la sua capacità di trattare l’insonnia. L’estratto invece preparato con le scorze migliora la digestione e l’attività della mucosa gastrica. Dalla buccia si ricava anche un olio essenziale con proprietà disinfettanti e antiinfiammatorie. La polpa del frutto è molto amara per essere consumata fresca ma viene utilizzata per la produzione di marmellate e nella cosmetica dove si sfruttano le sue proprietà antirughe.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

BrutalCuts 120cpsSynephrine 10mg 180cpsSynephrine 20mg 100cps

Integratori per dimagrire, l’arancio amaro.

Nell’etichetta di tanti termogenici e brucia grassi potremmo trovare l’estratto di arancio amaro ricavato dal frutto acerbo ed essiccato di cui la sinefrina rappresenta l’attivo più importante, per le sue proprietà anoressizzanti. Questo significa che l’estratto di arancio amaro titolato in sinefrina riduce l’assunzione di cibo inibendo la fame e intervenendo allo stesso tempo stimolando la termogenesi e l’utilizzo dei grassi a scopo energetico.

Tale attivo quindi interviene contemporaneamente nell’inibizione dell’appetito, nell’aumento del consumo di calorie e nell’utilizzo dei grassi per la produzione di energia, una combinazione davvero efficace.

Solitamente associato alla caffeina e ad altri estratti vegetali con proprietà analoghe o diuretiche, la sinefrina è quindi protagonista di tanti prodotti destinati al miglioramento della composizione corporea e alla perdita di peso nello specifico.

Effetti collaterali dell’arancio amaro

Questo tipo di prodotto non va somministrato in soggetti a rischio cardiovascolare, nei fanciulli al di sotto dei 12 anni, in stato di allattamento e gravidanza. Assunta a dosaggi elevati, la sinefrina può provocare tachicardia, agitazione, aritmia cardiaca, ipertensione e altri problemi legati al muscolo cardiaco. Gli infusi digestivi sono controindicati per coloro che soffrono di ulcere e utilizzino medicinali FANS.

Arancio amaro e sinefrina

La sinefrina è una ammina con proprietà dimagranti estratta dal frutto non ancora maturo dell’arancio amaro: essa contiene un atomo di azoto e provoca reazioni analoghe a quelle regolate dal classico sistema nervoso simpatico, con capacità quindi stimolanti, contraenti ed eccitanti. La sua popolarità nasce in primo luogo come alternativa all’efedrina che è stata bandita a partire dal 2004 e a cui assomiglia dal punto di vista chimico.

La sinefrina risulta particolarmente attiva e amplificata dalla sinergia con caffeina, teina e altri attivi che vengono spesso miscelati per ottenere un effetto termogenico e anoressizzante ancora più marcato. Al momento della scelta del proprio integratore è fondamentale valutare la presenza di sinefrina analizzando la tabella degli ingredienti e i dosaggi specificati, in modo da individuare esattamente il prodotto dal contenuto più indicato per i propri obiettivi.

Come per tutti gli integratori anche per la sinefrina si raccomanda di seguire scrupolosamente le istruzioni indicate sulla confezione e consultare il proprio specialista nel caso di preesistenti patologie o contemporanea assunzione di farmaci.