Se faccio bodybuilding posso seguire una dieta chetogenica?

- Scritto da in Alimentazione Culturismo Domande Frequenti

Spesso si sente nominare la dieta chetogenica, un tipo di regime alimentare particolarmente ristretto che riduce drasticamente la quota di carboidrati che rimangono sempre sotto al 10%, spesso anche meno, associando un’elevata quota di grassi e una più bassa di proteine.

Le proteine basse si rendono necessarie per poter attivare il processo di chetosi altrimenti si attiverebbe il processo di gluconeogenesi che produrrebbe glucosio a partire da queste. La chetosi si è rivelata una strategia utile per perdere peso soprattutto sul breve termine anche nell’ambito degli sport di resistenza estrema per insegnare al fisico l’utilizzo preferenziale dei grassi per produrre energia.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Arginine Pure 400gVegan Protein Shake BIO 450gAmino Decanate 360gr

Il funzionamento della dieta chetogenica

Questo tipo di dieta funziona perché i corpi chetonici hanno anche un effetto che sopprime l’appetito e genera euforia quindi rendono più facile il sostenimento e il proseguimento di questo tipo di dieta seppur così drastico. Per raggiungere lo stato di chetosi tuttavia i carboidrati devono corrispondere a circa 20 o 30 grammi al giorno e questo significa che sono concessi quelli contenuti nelle verdure o in una sola mela-

Se da una parte questo tipo di regime alimentare promuove una veloce perdita di peso è anche vero che questo genera un effetto deleterio per quanto riguarda la perdita muscolare che è superiore rispetto ad altre diete ipocaloriche per via del sotto stimolo dei processi anabolici, dovuto alla privazione dei carboidrati.

I carboidrati infatti stimolano l’insulina che è il più potente attivatore anabolico ma senza di essi i processi catabolici vanno a prevalere. Anche l’ormone della crescita quindi si riduce drasticamente andando a incidere sulla sintesi proteica. Questo ci fa capire come la dieta chetogenica non sia una proposta sostenibile per gli atleti che hanno come obiettivo l’aumento della forza e/o della massa.

Se l’obiettivo è quello di aumentare i muscoli oltre ad introdurre le proteine necessarie per ogni kg di peso e insieme al giusto apporto di grassi essenziali, i carboidrati rappresentano sempre un elemento essenziale e anche nella fase di definizione non devono essere mai inferiori ai 100 o 150 grammi al giorno per evitare proprio l’attivazione della chetosi e contenere il più possibile il processo che trasforma le proteine in glucosio.

Ricordiamo inoltre che per chi ha l’obiettivo di massa è fondamentale osservare un bilancio energetico positivo quotidiano ossia introdurre più calorie rispetto al numero di calorie che vengono bruciate per consentire al corpo di tenere attivi i processi anabolici in modo che questi prevalgono su quelli che invece andrebbero a consumare la muscolatura stessa.

Nell’ambito di ogni dieta sia di massa che di definizione è possibile associare dei supplementi naturali che adeguatamente assunti possono  accelerare il raggiungimento di qualsiasi risultato. E’ sempre importante osservare le indicazioni presenti nelle etichette e consultarsi con il proprio specialista di riferimento per individualizzare le modalità di utilizzo. In questo modo saremo sicuri di investire correttamente il nostro denaro e ottenere tutti i benefici possibili amplificati eventualmente dall’associazione e dalla sinergia di più sostanze in modo da completare perfettamente la dieta.