Prevenire problemi articolari con i prodotti giusti

- Scritto da in Domande Frequenti Integratori Salute Sport
Integratori per articolazioni scopri i migliori

Gli sportivi che si allenano con i pesi, nonostante l’intensità del carico, sono fondamentalmente meno suscettibili a traumi e infortuni rispetto a sport come la pallacanestro, il rugby e il calcio dove è previsto anche il contatto fisico con l’avversario. Questa affermazione risulta attendibile se l’esecuzione osserva le giuste tecniche e se si scelgono gli esercizi meno rischiosi per quanto riguarda la biomeccanica del corpo umano.

Però bisogna anche considerare che soprattutto col passare del tempo, e questo è un indicatore statistico recente, la maggior parte dei sollevatori di peso manifesta problemi articolari soprattutto a livello di spalle, ginocchia, gomiti e colonna vertebrale. Tutte queste problematiche tendono poi a trasformarsi con il tempo in artriti.

Infiammazioni articolari e supplementi naturali

Con il termine artrite si fa riferimento ad una infiammazione articolare riconoscibile da dolore, gonfiore, arrossamenti e difficoltà di movimento. Si tratta di un indicatore di una malattia che può avere molte cause e colpire anche più di un’articolazione manifestando diversi gradi di intensità e gravità, fino ai casi più gravi in cui l’articolazione si deforma.

Anche se le artriti sono state catalogate in 10 famiglie, quelle più diffuse possono essere compresi in tre classi, che corrispondono ad artrosi, artriti di carattere infiammatorio e malattie extra articolari.  Tutte e tre le famiglie presentano uno stato di infiammazione a carico delle articolazioni e dei tessuti e la terapia normalmente applicata ha l’obiettivo di tenere sotto controllo i sintomi attraverso la somministrazione di antinfiammatori come ibuprofene, acido acetilsalicilico, ossia il principio attivo della classica aspirina, e in alcuni casi cortisone. Tutti questi medicinali tuttavia racchiudono pericolosi effetti collaterali soprattutto con un utilizzo prolungato. Proprio in tale considerazione rientrano gli integratori naturali.

Le ossa, le cartilagini, i tendini e i legamenti del corpo umano sono costituiti da un tessuto cosiddetto connettivo formato da cellule che generano fibre e proteoglicani. Le fibre sono rappresentate dal collagene, dalle fibre reticolari e dall’elastina mentre i proteoglicani sono molecole che interagiscono con le fibre stesse a garanzia di una maggiore resistenza e salute dei tessuti connettivi. Essi sono formati da un nucleo centrale proteico e lunghe catene di zuccheri nelle quali il principale costituente è dato dalla glucosammina.

Dalla glucosamina allo zenzero, tutti i principi attivi efficaci per la salute delle articolazioni

Uno studio sulla glucosamina ha dimostrato che una sua somministrazione orale tre volte al giorno in una dose da 500 mg per un periodo prolungato di 90 giorni diminuisce i sintomi dolorosi dell’osteo artrite. Si tratta di un prodotto estremamente efficace da solo e ancora di più in associazione alla condroitina solfato.

Quest’ultimo attivo stimola le cellule della cartilagine a produrre collagene e inibisce gli enzimi che degradano i proteoglicani. In abbinamento a questi prodotti anche la curcuma è un importante supplemento naturale per la salute articolare grazie alla sua amplificata attività antinfiammatoria. Inoltre la curcumina in essa contenuta aumenta i recettori per il cortisolo migliorando anche il suo effetto antiinfiammatorio.

L’abbinamento di curcuma e zenzero offre effetti ulteriormente amplificati senza presentare i classici effetti collaterali dei farmaci antinfiammatori. Un’altra caratteristica dello zenzero molto interessante è quella di diminuire il senso di indolenzimento dopo gli allenamenti più intensi prevenendo i classici dolori muscolari ad insorgenza ritardata e diminuendo anche le infiammazioni a seguito di un allenamento di resistenza. Anche la vitamina C può proteggere e rallentare la progressione dell’osteoartrite mentre l’acido pantotenico in un dosaggio di 1 g al giorno favorisce la produzione di cortisone endogeno sostenendo un effetto antinfiammatorio spontaneo e naturale.