Integratore curcuma dalla tradizione a oggi

- Scritto da in Alimentazione Integratori Salute

Tra le tante varietà di integratori e prodotti per il nostro benessere, la curcuma merita un ruolo da protagonista. Questa pianta tropicale asiatica, nota nella tradizione di numerose culture e soprattutto nell’ambito gastronomico come aroma e complemento digestivo si è ormai diffusa anche nel mondo occidentale, e non solo come componente del curry.

La curcuma detiene importanti proprietà, antiossidante, antinfiammatoria e modulante del sistema immunitario. In funzione della concentrazione di flavonoidi la curcuma esplica la propria attività terapeutica e risulta adatta anche a trattamenti antimicrobici, per la salute del fegato, del cuore, dell’artrite e anche in alcune fasi della terapia tumorale per modulare l’infiammazione cronica.
Sembrerebbe inoltre che la curcuma generi una diretta attività antitumorale intervenendo secondo meccanismi non ancora noti sui fattori di crescita e sviluppo delle cellule neoplastiche.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Curcumin 500mg 60cpsCurcumin Plus 60cpsCurcuma Powder 100g

Curcuma integratore: prevenzione naturale

Gli integratori a base di curcuma aiutano a migliorare la resistenza insulinica correlata a intolleranza glucosio, diabete, patologie cardiovascolari e sindrome metabolica. In particolare aiuta a migliorare la sensibilità riattivando i recettori dell’insulina, quando le cellule sembrano non riuscire più a rispondere normalmente alla presenza di questo ormone.
Per quanto riguarda gli effetti collaterali, la curcuma è un prodotto estremamente sicuro senza particolari precauzioni d’utilizzo per tutti i soggetti in buona salute; tuttavia in caso di patologie e disturbi come ad esempio l’occlusione delle vie biliari, essa dovrà essere assunta solo sotto stretto controllo del medico perché questa spezia potrebbe non essere indicata nè come alimento né come integratore, nel caso di problemi alla cistifellea. Anche l’utilizzo continuativo andrebbe supervisionato da uno specialista per il potenziale effetto anticoagulante: quindi chi soffre di problemi legati alla coagulazione sanguigna o segue terapie con farmaci di questa classe dovrebbe attenersi al parere del proprio medico. Consigli simili valgono anche nelle fasi di gravidanza e allattamento per le donne.

Assimilazione e sinergia della curcuma integratore

Per quanto riguarda la sua assimilazione, si consiglia di utilizzarla insieme al pepe nero poiché i due attivi insieme migliorano la biodisponibilità della curcumina. La maggior parte delle miscele presenti in commercio contiene queste due sostanze che lavorano in sinergia proprio per migliorare l’assorbimento e l’utilizzo da parte del nostro corpo e amplificare gli effetti benefici della curcuma stessa.

Secondo recenti scoperte scientifiche, la curcuma potrebbe essere utilizzata con successo grazie alle sue qualità insieme allo zenzero, ad esempio all’interno di frullati o come condimento, per esaltare sapori e aromi più esotici, ed anche per favorire la perdita di peso. Ovviamente l’obiettivo si raggiunge soprattutto seguendo una dieta calibrata e una regolare attività fisica, ma questi integratori insieme ad altre sostanze sinergiche, possono aiutare a contrastare dal punto di vista fisico e psicologico tutte le problematiche legate alle fasi di dimagrimento o di alimentazione restrittiva.

La curcuma può essere consumata affettando l’intera radice, frullandola, grattugiandola, polverizzandola sugli alimenti oppure per chi non ne gradisse il sapore, sotto forma di capsule, compresse o polveri aromatiche già miscelate. Il gusto della curcuma può ricordare quello di una carota particolarmente aromatica, dal sapore intenso e persistente.