Cosa sono gli integratori termogenici

- Scritto da in Dimagrimento Domande Frequenti Integratori

Gli integratori termogenici sono identificati tra i prodotti brucia grassi per eccellenza poichè intervengono sulla perdita degli strati adiposi attraverso varie strade come quella del dispendio calorico attraverso la generazione di maggior calore ed energia oppure un’attività diretta di lipolisi sul tessuto grasso.

Il termine termogenesi indica proprio la produzione di calore e quindi tali prodotti incentivano quel processo metabolico che avviene nei muscoli o nel grasso a vantaggio di una migliore composizione corporea. Per quanto riguarda il grasso parliamo nello specifico di quello definito bruno così chiamato per il colore scuro dato da un tessuto connettivo particolarmente ricco di ferro.

Esistono vari processi di termogenesi ma quello che riguarda maggiormente chi si dedica all’attività sportiva è la termogenesi postprandiale cioè quella che si verifica nella fase digestiva. Tali integratori quindi intervengono sul metabolismo per produrre più calore e per bruciare più calorie proprio nel processo di digestione.

Bilancio calorico negativo e termogenici

L’efficacia degli integratori termogenici è estremamente legata alla qualità della dieta perché essi esplicano il loro massimo potenziale nell’ambito di una alimentazione ipocalorica strutturata in modo da incentivare l’abbattimento del grasso.

Il bilancio calorico deve risultare quindi negativo in modo che le calorie assunte siano meno di quelle bruciate; bruciare calorie significa intervenire non solo sull’apporto calorico stesso del cibo e degli integratori ma anche definendo una mirata attività fisica.

Alla base del dimagrimento abbiamo infatti il principio di deficit calorico ossia un apporto di calorie inferiore a quelle che vengono consumate: si tratta di una regola fondamentale e solo applicandola i prodotti risultano efficaci. Per quanto riguarda i termogenici nello specifico essi iniziano a fare la differenza in prossimità del pareggio calorico e ovviamente risultano determinanti quando i consumi superano l’apporto di calorie.

Possiamo distinguere fondamentalmente due tipi di brucia grassi: in primo luogo quelli che intervengono nella termogenesi indotta dalla dieta e che agiscono sull’energia consumata per il trasporto, l’immagazzinamento e l’utilizzo delle unità semplici di cui è costituito il cibo. Esistono poi anche i bruciagrassi che si occupano di una frazione pari a un quarto della termogenesi totale che è invece generata da sostanze nervine come ad esempio la caffeina – che è sicuramente tra le molecole più diffuse a tale scopo.

Tutti i nutrienti che assumiamo con la classica alimentazione, quindi grassi, proteine carboidrati hanno a loro volta degli effetti termogenici ed in particolare le proteine sono quelle che riescono a trasformare circa un quarto dell’energia fornita in calore. Le proteine quindi sono il macronutriente che di solito viene incrementato nelle diete dimagranti sia perché aiuta a sostenere la massa muscolare sia per questa particolare caratteristica energetica.

Termogenici, caffeina e tirosina

Dentro gli integratori termogenici possiamo trovare sostanze termogeniche che aumentano la produzione di calore e lo sfruttamento energetico talvolta in sinergia con sostanze stimolanti come la caffeina che abbiamo già nominato oppure la tirosina.

  • La caffeina nella sua forma anidra esplica secondo gli scienziati il miglior effetto termogenico e incentiva la sintesi di ormoni come l’adrenalina e la dopamina che aumentano il metabolismo basale e il ritmo cardiaco preparando il corpo all’attività fisica e massimizzando l’energia bruciata – sostenendo quindi il dimagrimento.
  • La tirosina appartiene alla classe degli aminoacidi, migliora la scomposizione del glicogeno, aiuta la scissione dei trigliceridi e genera un’attività termogenica intervenendo nella sintesi della tiroxina, un ormone che a sua volta aumenta il metabolismo e sostiene l’apporto di ossigeno muscolare.