Supplementi naturali per dimagrire: gli integratori brucia grassi

- Scritto da in Dimagrimento Domande Frequenti Integratori
termogenici per dimagrire subito

I grassi insieme ai carboidrati sono i macronutrienti che nel nostro corpo esplicano una funzione energetica: è sufficiente infatti sapere che ogni grammo di grasso corrisponde a 9 cal, un valore importante rapportato alle 4 cal dei glucidi. Una differenza importante è che le scorte di grassi sono quasi infinite nel nostro corpo, considerando che ogni chilo di tessuto adiposo corrisponde a circa 7800 cal complessive.

Le cellule del corpo umano sfruttano i grassi anche per regolare il metabolismo delle cellule, trasportare le vitamine cosiddette liposolubili, per la sintesi ormonale e anche per migliorare l’isolamento termico.
Acquistando integratori brucia grassi possiamo in qualche modo sostenere questi meccanismi biologici, enfatizzando la funzione lipolitica grazie ad esempio alla presenza di principi attivi termogenici, capaci di accelerare il metabolismo.

Integratori brucia grassi e carnitina

Questi supplementi naturali aumentano il dispendio energetico del nostro corpo aiutandoci in maniera indiretta a bruciare più grasso, favorendo lo smaltimento del tessuto adiposo eccessivo.

Tra tutti gli integratori solitamente utilizzati nelle fasi dimagranti merita un discorso a parte la carnitina che aiuta a massimizzare l’ingresso degli acidi grassi nelle cellule. Questo derivato aminoacidico è sintetizzato nel nostro corpo a livello di fegato e reni; grazie alla sua attività di trasportatore, gli acidi grassi raggiungono i mitocondri per la conversione in energia.

Il ruolo della carnitina è riconosciuto dalla scienza al punto tale che anche in ambito clinico questo integratore è ampiamente utilizzato da ormai diversi anni. Per quanto riguarda gli sportivi, la carnitina risulta importante da integrare soprattutto per coloro che praticano attività aerobiche che garantiscono una maggiore concentrazione nel flusso di sangue di acidi grassi da trasportare all’interno dei mitocondri.

Migliora la lipolisi con gli integratori brucia grassi

Gli integratori brucia grassi contengono spesso caffeina o sostanze con un effetto simile ad essa ad esempio il te verde, il guaranà e la sinefrina, che aiutano a innescare una risposta ormonale e favoriscono l’aumento del metabolismo, del battito cardiaco, della pressione e dell’ossigenazione del sangue.

Tale effetto brucia grassi è ampiamente documentato: insieme alla caffeina questi integratori contengono spesso minerali per migliorare la funzionalità tiroidea, antiossidanti e altre molecole sinergiche che migliorano l’effetto termogenico complessivo del prodotto e possono aiutare anche dal punto di vista di una naturale migliore diuresi.

Come assumere integratori brucia grassi: dosaggi e sinergia con l’attività fisica

Quando si assumano integratori di questo tipo è bene fare riferimento ai dosaggi suggeriti nelle etichette per evitare l’incidenza di effetti collaterali che comunque dipendono dalla sensibilità di ogni soggetto, dalla dieta e dallo stile di vita seguiti. Gli integratori brucia grassi assunti in dosaggi eccessivi possono infatti determinare situazioni di ipertensione, mal di testa, tachicardia, convulsioni e problemi intestinali.

L’assunzione di supplementi dimagranti può offrire sicuramente dei benefici soprattutto in sinergia con l’attività sportiva aerobica. In caso di patologie o concomitante assunzione di farmaci è fondamentale attenersi ai consigli del proprio specialista di fiducia.

L’attività aerobica impegna il nostro organismo in un maggior utilizzo dell’ossigeno e dei substrati energetici – prevalentemente carboidrati e grassi – al fine di ottenere l’energia necessaria per soddisfare le aumentate richieste. Il ciclismo così come la corsa oppure lo sci di fondo sono tutti esempi di attività sportive aerobiche che consentono ai muscoli di lavorare in condizioni di ossigenazione superiore.

Tuttavia ci sono anche altri sport che richiedono sforzi particolarmente intensi per un periodo di tempo limitato come ad esempio il sollevamento pesi e il culturismo in cui il nostro corpo utilizza delle vie metaboliche alternative per produrre energia senza ossigeno. In questi casi il consumo calorico risulta proporzionalmente più basso pur risultando una attività estremamente faticosa, seppure con una intensità intermittente e limitata a pochi secondi.