Betaina per prevenire la disidratazione e migliorare la prestazione e la forza

- Scritto da in Domande Frequenti Integratori Salute Sport

La Betaina è un integratore che viene ricavato a partire dalla barbabietola da zucchero; il suo compito principale è quello di proteggere le cellule della disidratazione lavorando attraverso l’osmosi per aumentare la ritenzione dei liquidi senza alterare l’attività degli enzimi, la struttura delle proteine e la integrità delle membrane. Inoltre essa è coinvolta nei processi di disintossicazione del fegato e favorisce l’eliminazione di alcune sostanze di rifiuto.

Tutte le qualità della Betaina

La sua qualità di idratante cellulare riduce le negative conseguenze sulla performance in condizioni di disidratazione, cui sono correlati ad esempio i fenomeni della tachicardia, l’aumentato del degrado di glicogeno, l’incremento della temperatura corporea e dell’acido lattico. Inoltre la maggior idratazione cellulare favorisce la sintesi proteica e riduce il catabolismo.

Questo stesso meccanismo ci ricorda anche l’efficacia di altri integratori che lavorano in maniera analoga come la creatina e la glutammina. Secondo alcuni studi tale supplemento è capace di stimolare la produzione del fattore di crescita IGF-1 aumentando la massa magra e riducendo il tessuto adiposo – soprattutto quello a livello addominale.

Migliorare la forza, la resistenza alla fatica e la concentrazione mentale: tutte le proprietà della Betaina

La Betaina è un integratore rilevante soprattutto per corridori e ciclisti per i quali la disidratazione rappresenta un problema particolarmente gravoso. Un altro aspetto su cui la scienza si è soffermata è l’impatto della betaina nel miglioramento della prestazione aerobica e l’aumento della forza massima.

Il gruppo che ha assunto la Betaina nell’ambito di uno studio clinico ha riscontrato un miglioramento delle proprie prestazioni, nonché un significativo aumento della forza. Per osservare evidenti miglioramenti è sufficiente assumere circa 2,5 g di Betaina ogni giorno per 14 giorni. Questo dosaggio nei test ha innalzato di circa l’8% il valore del fattore della crescita e diminuito di circa il 6% il cortisolo realizzando un migliore assetto anabolico ormonale.

Altri studi scientifici dedicati alla Betaina hanno correlato tale molecola ad una riduzione della percezione della fatica e una migliore concentrazione e carica mentale grazie ad una migliore sintesi di dopamina e adrenalina, importanti soprattutto in occorrenza di sforzi fisici particolarmente intensi.

Il dosaggio della betaina: come assumerla

Per quanto riguarda il dosaggio migliore, l’assunzione va riservata prima e dopo l’allenamento in due somministrazioni da circa 1,25 o 2 g per volta. L’ideale è assumere questi integratori insieme a una quota di carboidrati semplici in maniera da aumentare la quantità trattenuta dei muscoli. È bene non superare i 6 g di Betaina al giorno perché tale dosaggio potrebbe incidere negativamente sui livelli di colesterolo.

Come per tutti gli integratori si raccomanda di assumere betaina in concomitanza ad un regime alimentare tarato sulle proprie necessità e un’attività fisica regolare. Nel caso si stiamo assumendo altri farmaci o integratori è bene consultarsi con il proprio specialista in maniera da scongiurare qualsiasi effetto collaterale e interazioni con altre sostanze. Gli integratori infatti come lo stesso nome ci ricorda si integrano e quindi si aggiungono alla normale alimentazione che deve rimanere la base fondamentale per garantirci una salute duratura e prolungata e una ottimale efficienza atletica.