Acido lipoico e catabolismo muscolare

- Scritto da in Domande Frequenti Integratori Salute Sport

Quando pensiamo al catabolismo, ci viene subito in mente il cortisolo e i traumi legati ad un allenamento intenso. La conseguenza è che i nostri sforzi si rivolgono a tenere sotto controllo il cortisolo e favorire la generazione di nuovi tessuti attraverso integratori specifici e una dieta adeguata. C’è un altro aspetto però da considerare che pur essendo sconosciuto alla maggior parte delle persone, esiste: si tratta di una seconda forma di catabolismo muscolare che non è legata all’allenamento ma al glucosio, il fenomeno della glicazione.

Questo processo si attiva quando alcune frazioni di glucosio reagiscono con le proteine dei tessuti, generando danni agli stessi: l’acido lipoico è un integratore molto importante che riduce i danni legati a tale reazione chimica consentendo di risparmiare le proteine e svolgendo quindi una importante attività anticatabolica.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

ALA Acido Alfa Lipoico 50cpsKre Alkalyn 240cpsNa-R-Ala 60cps

Il ruolo dell’acido lipoico per uno sportivo

Di solito il sangue è troppo alcalino per consentire questo processo di glicazione, tuttavia la presenza di acido lattico durante l’attività fisica può rendere acidi i tessuti così come l’assunzione eccessiva di alimenti acidificanti – che anche da sola potrebbe generare le condizioni per il catabolismo da glicazione. Durante le fasi di acidosi le catene spezzate di glucosio aggrediscono non solo le proteine muscolari ma anche della pelle, dei nervi e dei tessuti connettivi, compromettendone la struttura.

Il fenomeno della glicazione amplifica il catabolismo dell’allenamento ed è uno dei motivi per cui con l’avanzare dell’età e con una minore sensibilità insulinica, i muscoli tendono a perdersi. Questo fenomeno, soprattutto negli sportivi, predispone più facilmente ad infortuni e al contrario dei danni indotti dall’allenamento, non innesca i processi riparativi e compensatori.

L’integratore di acido lipoico imita l’effetto dell’insulina e abbassa la glicemia regolando il metabolismo del glucosio, un aspetto fondamentale per regolare i processi di crescita muscolare e la lipolisi. Gli scienziati hanno evidenziato i meccanismi attraverso cui questa molecola promuove la perdita di grasso: l’ALA interviene sull’attività di un enzima proteico migliorando la spesa energetica, riducendo l’appetito e dunque l’assunzione di cibo.

Durante l’attività fisica, questo integratore migliora la trasformazione della glicolisi anaerobica in aerobica, facendo sì che gli acidi grassi vengano utilizzati in maniera più mirata per la produzione energetica, con una minore presenza di acido lattico e tossine che potrebbero sortire un precoce senso di affaticamento.

Integrare acido alfa-lipoico: importanti sinergie con altri supplementi naturali

Un altro aspetto importante per chi pratica sport è che l’integratore di acido lipoico aumenta del 40% l’accumulo energetico muscolare sotto forma di molecole ATP, permettendo di allenarsi più intensamente e influendo positivamente sulla performance. Recenti studi hanno individuato una particolare sinergia tra acido lipoico e creatina più una quantità di saccarosio, che insieme migliorano le concentrazioni muscolare di creatina rispetto a dosaggi equivalenti che non contengano l’acido lipoico.

Questa molecola consente agli zuccheri di entrare meglio nelle cellule muscolari risultando utile anche nelle diete ipercaloriche (facendo in modo che gli zuccheri in eccesso non vadano stoccati come grasso ma almeno in parte siano destinati a ricostituire le riserve di energia). Ecco allora che l’acido alfa-lipoico è un importante veicolatore di nutrienti all’interno delle cellule e ottimizza l’assorbimento non solo della creatina ma anche della glutammina, degli aminoacidi, della carnitina, amplificando la loro efficacia. Associando ad esempio creatina e glutammina all’acido lipoico favoriamo il recupero e l’aumento della massa mentre insieme alla carnitina si sosterrà il dimagrimento ed ancora insieme ad altri antiossidanti ne verranno potenziate le qualità antiradicaliche.