I vantaggi di integrare glutammina

- Scritto da in Culturismo Domande Frequenti Integratori Salute Sport

Il mondo degli integratori alimentari è molto apprezzato soprattutto da coloro che vogliono praticare attività fisica con costanza, in modo amatoriale e a maggior ragione anche ovviamente professionistico. Tra tutte le sostanze, la glutammina è una di quelle che sta godendo di un particolare interesse già da diversi anni ed è stata inizialmente studiata all’interno di formule contenenti più aminoacidi rispetto ai soliti tre semplici ramificati.

Le potenzialità della glutammina erano state già comprese in passato: parliamo di un amminoacido non essenziale che il nostro corpo sintetizza e che per questo talvolta si sottovaluta nella convinzione errata che l’organismo ne produca a sufficienza rispetto al proprio fabbisogno.Se questo può essere anche vero per un soggetto che conduce una vita sedentaria certamente non è possibile per un atleta.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

100% L-Glutamine 500gGlutammina Kyowa 200gModern Bcaa+ 8:1:1 530g

Perchè assumere glutammina

La glutammina rappresenta oltre il 60% di tutti gli aminoacidi nei muscoli, nel sangue e nel liquido cerebrospinale. Essa è anche l’unico tra gli amminoacidi capace di superare facilmente le membrane che rivestono sia l’organo celebrale che il midollo spinale per essere trasformata in acido glutammico (che è una sorta di vero e proprio carburante per la mente) che consente lucidità, concentrazione e ragionamento.

Il compito principale della glutammina attraverso cui è possibile ottenere queste performance è la disintossicazione dall’ammonio che invece porta nel nostro organismo una condizione soporifera. La glutammina inoltre ha un effetto positivo sul cervello che migliora il metabolismo degli zuccheri ed evita la situazione di stordimento che spesso si avverte dopo l’attività fisica. La glutammina inoltre modula l’appetito, attenua gli sbalzi glicemici e migliora l’ormone GH in circolo, favorendo una migliore composizione corporea.

Come migliorare i livelli di glutammina

Ugni volta che la quantità di glutammina nel nostro corpo diminuisce le cellule subiscono uno stato di ipo-idratazione che conduce al catabolismo delle stesse. L’attività fisica aiuta a tenere alti i livelli di glutammina anche se al termine di ogni allenamento la concentrazione della stessa tende a diminuire per via di un aumento del cortisolo.

La presenza ematica di questo aminoacido è quindi un eccellente indicatore rispetto lo stato di stress generato da un esercizio fisico e può essere facilmente tenuto sotto controllo con un prelievo di sangue che ci aiuta a comprendere se stiamo esagerando con gli allenamenti.

Lo stress come già detto infatti è responsabile di una diminuzione di questo aminoacido e il muscolo a quel punto cercherà di ricavarsela autonomamente distruggendo le proteine stesse presenti nel muscolo.

Sono molto numerosi gli studi che confermano l’importanza di un supplemento di glutammina sia durante che dopo lo sforzo fisico per rallentare i processi di catabolismo e per stimolare la sintesi proteica. La glutammina integrata supera la barriera del nostro intestino e arriva nel sangue per tutti i tessuti che in quel momento ne riflettono un maggiore fabbisogno. Per quanto riguarda le modalità di assunzione si potrebbero integrare 5 grammi durante l’attività fisica e altri 5 al termine della stessa; per ottimizzare la sintesi proteica si potrebbe associare anche una dose di creatina (e programmare dieta e allenamento in modo da ottenre un bilancio energetico giornaliero positivo).