Disfunzione erettile: prodotti naturali ed efficaci

- Scritto da in Domande Frequenti Integratori Salute

La disfunzione erettile è un fenomeno sempre più diffuso presso la popolazione maschile e può essere determinata da motivi organici, psicologici, o ancora una combinazione dei precedenti. La disfunzione organica è quella legata ad alterazioni o lesioni dal punto di vista neurologico, ormonale, vascolare, che in qualche modo impedisce ai corpi cavernosi di dilatarsi e riempirsi di sangue garantendo l’erezione desiderata.

La disfunzione psicogena è legata invece a un problema dovuto a un’interferenza o inibizione del sistema nervoso centrale o comunque così definita in qualsiasi caso siano assenti cause organiche rilevabili. Nella maggioranza dei casi si tratta di una combinazione di entrambe.

Secondo dati recenti raccolti dall’università del Massachusetts riferiti alla popolazione degli Stati Uniti, queste evenienze cliniche riguardano percentuali altissime: il 40% degli uomini entro i quarant’anni di età e quasi il 70% di quelli fino ai settant’anni.

Cause e rimedi per la disfunzione erettile maschile

Il processo dell’erezione è definito di natura idraulica ed è regolato da sostanze ormonali e tessuti nervosi che consentono un aumento del passaggio di sangue e lo stoccaggio dello stesso nelle strutture interne dell’organo, a seconda della fase attiva o di riposo in cui si trova. Attraverso l’ossido nitrico, rilasciato da appositi nervi della zona genitale, il processo di irrigidimento risulta possibile.

Tra i motivi più ricorrenti di tale disfunzione troviamo malattie cardiovascolari, livelli di testosterone troppo bassi, assunzione di farmaci (come diuretici, alpha e beta-bloccanti, prodotti per curare l’eccesso di trigliceridi e di colesterolo e così via), aterosclerosi, diabete…anche lo stress emotivo può influenzare negativamente questa attività organica.

Dalla diagnosi al trattamento corretto: soluzioni possibili alla disfunzione erettile

Per tutte le condizioni cliniche patologiche, è importante partire da una diagnosi corretta attraverso l’aiuto e il parere di un medico per individuare le cause principali ed intervenire di conseguenza in maniera più specifica. risulta ad esempio determinante considerare quanto l’aspetto organico prevalga su quello psicologico o viceversa. Quando la prevalenza è organica, ci sono diverse strategie da seguire, verificando la propria alimentazione e lo stile di vita, indirizzandosi verso una dieta ricca di verdure e povera di carboidrati, grassi animali e carni, evitando il fumo, l’alcol e altre sostanze pericolose e cercando di praticare una regolare attività fisica.

Per quanto riguarda le sostanze naturali che possono aumentare la produzione dell’ossido nitrico, protagonista dei meccanismi che riguardano l’erezione maschile, ricordiamo:

  • estratti adattogeni che aiutano a gestire meglio lo stress sia fisico sia mentale come ginseng e guaranà
  • estratti che migliorano la circolazione come il ginko biloba, il mirtillo, il melograno, la forskolina, la silimarina
  • un integratore a base di zinco e vitamina B6 per migliorare la quota endogena di testosterone libero
  • un prodotto che contenga arginina, citrullina e ornitina, fondamentali per la sintesi interna di ossido nitrico
  • estratti come la maca, lo zafferano, il peperoncino, il tribulus capaci di intervenire desiderio e sulla produzione di ossido nitrico, agendo in maniera benefica sia sulla sfera psicologica che metabolica.

Per quanto riguarda i dosaggi consigliati è fondamentale attenersi alle indicazioni etichette consultarsi con il proprio specialista in caso di preesistenti patologie o assunzione di farmaci. I composti naturali possono essere combinati tra loro per ottenere effetti amplificati