I vantaggi di una dieta basata sul biotipo

- Scritto da in Alimentazione Dimagrimento Notizie e Novità Salute

Le classiche diete tendono ad essere povere di carboidrati, abbondanti di proteine e latticini ritenuti magri e salutari, molto spesso squilibrate. E a farne le spese è in primo luogo il microbiota intestinale che si infiamma e scatena l’accumulo di grasso e gli squilibri a livello ormonale.

I regimi alimentari non adatti aumentano anche la dipendenza dagli zuccheri, la resistenza insulinica e la resistenza alla leptina; queste diete quindi non aiutano davvero il nostro benessere. La dieta del biotipo è ormai stata con successo testata da migliaia di persone che riescono a perdere peso, rallentare l’invecchiamento, diminuire gli stati infiammatori e migliorare la situazione del microbiota intestinale .

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Abs Of Steel 237mlRianimaTOR 120cpsOmega Force 100cps

Cos’è il biotipo

Il biotipo è dato dalla costituzione, dall’assetto ormonale e dalle influenze derivate dall’ambiente, dal cibo e dalle situazioni stressanti cui ci sottoponiamo ogni giorno; una persona può corrispondere a un certo biotipo oppure avere caratteristiche intermedie, sarà poi cura dello specialista definire esattamente l’appartenenza e quindi il programma migliore.

La dieta del biotipo funziona perché si concentra soprattutto sui cibi “veri”, non contaminati, addizionati o raffinati e con questa scelta di base si aiuta al meglio non solo il corpo ma anche la psiche nella gestione dello stress che deriva non solo da una alimentazione non corretta ma anche da tutte le situazioni estreme cui siamo continuamente sottoposti.

Rimanendo comunque in ambito alimentare è assodato che quando nutriamo il corpo con cibi adeguati, il corpo risponde attivando processi di dimagrimento e ringiovanimento per una salute e un benessere generalizzati.

I benefici di una dieta individualizzata

La dieta basata sul biotipo aiuta a curare le infiammazioni perché i cibi scelti sono tendenzialmente ricchi di nutrienti antinfiammatori e questa caratteristica favorisce i processi naturali di dimagrimento e di ringiovanimento. Per quanto riguarda lo stress, questo fattore è altamente deteriorante per il nostro fisico e ci induce ad assumere chili di troppo e a invecchiare precocemente: per questo una dieta corretta aiuta anche a gestirlo meglio oltre che a ridurlo.

Questo regime alimentare diminuisce la resistenza insulinica perché gli alimenti favoriscono il controllo della glicemia e stimolano lo sfruttamento dei grassi per produrre energia, riducendo la necessità di introdurre più zuccheri.
Una dieta di questo tipo aiuta a eliminare il grasso in eccesso anche dagli organi e in particolare dal fegato e a metabolizzare i grassi in maniera più efficace. Molti cibi con queste caratteristiche presentano buoni livelli di colina che rappresenta una delle sostanze più lipotropiche e per il nostro corpo.

Non tutti i grassi fanno ingrassare perché i grassi cosiddetti buoni aiutano invece a dimagrire e migliorano lo stato della nostra pelle: una dieta basata sul biotipo è sempre ricca di questi grassi sani.

Inoltre nutrendosi in base alla propria morfologia scegliamo dei cibi e delle combinazioni che aiutano a mantenere l’equilibrio endocrino e a incentivare l’attività degli ormoni che favoriscono la perdita del grasso in eccesso. Le giuste combinazioni alimentari aiutano a rendere il nostro ambiente interno più alcalino e a mantenere efficiente il sistema immunitario.

Inoltre, un aspetto molto importante riguarda la gestione energetica: seguendo una dieta calibrata sul proprio biotipo non osserveremo fluttuazioni energetiche durante il giorno, nemmeno a livello di umore! Grazie al bilanciamento del microbiota intestinale e degli ormoni non sentiremo più l’irresistibile voglia di introdurre più carboidrati del necessario.
Grazie quindi a una dieta altamente individualizzata possiamo diminuire e gestire lo stress, raggiungere un ottimale stato di forma e di salute: ma è fondamentale non improvvisare e lasciarsi guidare da un professionista soprattutto all’inizio per la definizione del programma da seguire.