Conosci l’antiossidante che aiuta a dimagrire e previene le malattie? Scopri qual è!

- Scritto da in Notizie e Novità Salute

Gli integratori di melatonina trovano il picco di vendite in procinto delle ferie estive quando si inizia a programmare il periodo delle vacanze soprattutto quando prevedono un cambio di fuso orario. D’altra parte questo è l’utilizzo più noto di questa incredibile sostanza ma i suoi benefici non si limitano qui.

Si consideri infatti che stiamo parlando di un ormone prodotto da una ghiandola situata nella parte posteriore del cervello e che clinicamente ha come precursore un aminoacido, il triptofano, che prima di essere convertito in melatonina si trasforma in serotonina.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Gaba + Melatonin 90cpsEvodreams 234gBefore Sleep BIO 125g

Funzioni biologiche della melatonina

La funzione biologica della melatonina è in primo luogo scandire i ritmi biologici e la produzione dei vari ormoni. Il nostro corpo la secerne prevalentemente di notte e i livelli più alti risultano 10 volte superiori rispetto al giorno con un picco verso le due del mattino. La produzione di melatonina è stimolata dal buio che rappresenta un segnale per il nostro corpo che si accinge a riposare. In effetti la melatonina è un prodotto utilizzato da decenni per far fronte ai disturbi del sonno.

Quando al mattino il nostro corpo riceve luce la melatonina cessa di essere sintetizzata e subentrano ormoni come il cortisolo e l’adrenalina che aiutano ad alzarsi e ad attivarsi. A partire dai 35 anni circa la produzione di melatonina inizia a diminuire per poi dimezzarsi verso i 60 ed è per questo motivo, probabilmente, che gli anziani dormono meno ore.

Melatonina come antiage e stimolo del GH

La melatonina induce il sonno ma interviene anche su altri livelli, risultando ad esempio un potentissimo antiossidante che contrasta i radicali liberi e protegge dall’invecchiamento precoce, prevenendo malattie come l’aterosclerosi e i tumori ma anche più semplicemente le rughe della pelle e la perdita di capelli.

Questo ormone ha la capacità di penetrare la barriera encefalica e garantire i suoi benefici anche a livello cerebrale: per tale motivo la melatonina è considerata un ottimo prodotto per prevenire l’Alzheimer e il Parkinson.

La melatonina può potenziare il sistema immunitario sia contenendo il cortisolo sia aumentando la presenza dei linfociti T ma essa regola anche altri ormoni, stimolando il GH che è un ormone antinvecchiamento che mantiene la massa e favorisce la perdita di grasso.

Essa inoltre interviene positivamente sulla tiroide nella sintesi degli ormoni T3 e di T4, stimolando gli ormoni sessuali tanto da essere presa in considerazione come ingrediente di un farmaco anticoncezionale per evitare i tumori collegati all’utilizzo di estrogeni. La melatonina inoltre contiene i livelli di colesterolo e abbassa la temperatura corporea e la pressione attraverso il suo effetto vaso dilatante.

Come aumentare la melatonina

A questo punto diventa interessante capire come aumentare la presenza di melatonina nel nostro corpo. In primo luogo possiamo intervenire sull’alimentazione assumendo cibi che contengano triptofano come quelli più ricchi di proteine ad esempio legumi e semi. Anche i carboidrati però sono importanti perché migliorano soprattutto la sera l’ingresso del triptofano nel cervello (senza esagerare nelle dosi!).

Per quanto riguarda l’allenamento è bene evitare workout pesanti la sera perché possono ridurre la produzione di melatonina nelle tre ore seguenti e aumentare il cortisolo che ne risulta un antagonista. Per quanto riguarda l’integratore si consigliano da 1 mg fino a 5 mg a seconda dell’età da assumere da mezz’ora a due ore prima di coricarsi e possibilmente mantenendo lo stesso orario di assunzione e a stagioni alterne, salvo particolari esigenze, ad esempio solo in inverno e in estate tralasciando l’autunno e la primavera.