Tutti i benefici della Boswellia serrata

- Scritto da in Integratori Notizie e Novità Salute

La Boswellia serrata è un albero tropicale tipico del Medioriente, del Nord Africa e della penisola indiana ma i suoi estratti sono noti da quasi 4000 anni presso tutte le popolazioni mediterranee. Gli attivi si ricavano da incisioni della corteccia da cui fuoriesce un olio resinoso che contiene un olio essenziale formato per la metà da acidi pentaciclici, che determinano le qualità terapeutiche della pianta. Le formule oggi in commercio possono contenere fino al 95% di concentrazione di tali acidi.

Nei testi ayurvedici più antichi si raccomanda l’utilizzo di quest’olio per le sue numerose proprietà benefiche e anche oggi la scienza ha confermato la potente capacità antinfiammatoria paragonabile a quella dei farmaci di sintesi o le formule a base di glucosamina e condroitina per i pazienti affetti da osteoporosi e problematiche analoghe.

Boswellia serrata per trattare asma e artrite reumatoide

L’attività di questi acidi è stata studiata anche nell’ambito dell’asma bronchiale con studi clinici randomizzati e controllati con un gruppo placebo dimostrando che il 70% dei pazienti trattati con una somministrazione per tre volte al giorno di 300 mg ha osservato effetti particolarmente positivi migliorando sia i sintomi sia diminuendo il numero di attacchi d’asma e le difficoltà respiratorie notturne. L’utilizzo continuativo di questi prodotti è risultato sicuro e consigliabile anche per la sua attività cicatrizzante e di protezione dello stomaco e delle mucose che li rende adatti anche a pazienti  sofferenti di ulcera o di riflusso castro esofageo.

Questa pianta è stata studiata come antitumorale anche se l’attività più intensa viene esplicata nell’ambito del trattamento dell’artrite reumatoide. Non tutti gli studi clinici sono d’accordo sull’entità dei benefici riscontrabili ma si invita gli interessati a testare l’integratore direttamente per verificare un personale riscontro.

Nella medicina omeopatica la Boswellia serrata è utilizzata anche per trattare le infezioni auricolari, insonnia infantile, bronchiti e polmoniti, sindrome del colon irritabile, mal di testa, crampi, rigidità muscolare e altri casi dolorosi. La diluizione da impiegare dipende dal tipo di preparazione e di disturbo in questione.

Effetti collaterali e sinergie della Boswellia serrata

Per quanto riguarda gli effetti collaterali registrati nei soggetti più sensibili essi sono a carico dell’apparato intestinale e della cute, dal dolore addominale alla nausea fino alla dermatite. Chi già soffrisse di problemi gastrointestinali deve considerare con cautela l’utilizzo della Boswellia serrata e confrontarsi con il proprio specialista per scongiurare qualsiasi effetto collaterale soprattutto nel caso di patologie preesistenti e di assunzione concomitante di farmaci. Una interazione positiva, che potenzia cioè l’effetto antinfiammatorio del farmaco si ottiene associando la Boswellia serrata con i medicinali antinfiammatori.

Come per tutti gli integratori alimentari si raccomanda di osservare scrupolosamente le indicazioni in etichetta, verificare la concentrazione per paragonare il contenuto tra un prodotto l’altro e in caso di dubbio consultarsi con il medico o il farmacista. Questi prodotti non possono essere intesi come sostituti dei farmaci nè di una dieta equilibata bensì come supplementi che vanno ad aggiungersi alla normale alimentazione per integrarla di sostanze potenzialmente utili alle proprie necessità.