integratore di caseina micellare oppure idrolizzata? Quale scegliere

- Scritto da in Domande Frequenti Integratori Sport

La caseina micellare e quella idrolizzata appartengono alla stessa categoria di proteine tuttavia a livello biochimico, di tempi di rilascio e di effetti possiamo riconoscere alcune differenze. Mettendo a confronto le qualità dei due diversi integratori potremo comprendere quale risulta migliore per le nostre necessità, trattandosi in ogni caso di due supplementi molto apprezzati tra i frequentatori delle palestre.

L’inizio della competizione fra questi due prodotti comincia alla fine degli anni 90 quando alcuni scienziati hanno iniziato ad accorgersi di comportamenti differenti tra le varie frazioni delle proteine derivate da latte. Le caseine risultavano rispetto le classiche proteine del siero digeribili in maniera più lenta e con un rilascio più diluito nel tempo degli aminoacidi, impattando in maniera minore sulla sintesi di nuove proteine ma con una maggiore capacità di contenere i processi catabolici sulla muscolatura.

Differenza tra caseine idrolizzata e proteine del siero idrolizzata

Se la caseina micellare è considerata una proteine lenta, la sua variante idrolizzata si differenzia in primo luogo per essere una proteina più veloce, che si avvicina maggiormente a quelle del siero per tale caratteristica. Risulta addirittura più veloce rispetto alle proteine del siero concentrate che rappresentano la forma meno pura delle whey. L’idrolisi d’altra parte è una procedura che accelera proprio i tempi di digestione e di assimilazione delle molecole che vi vengono sottoposte.

La ricerca scientifica si è dedicata ampiamente allo studio delle caseine ma solo un’indagine datata 2000 ha osservato sul lungo periodo le variazioni sulla composizione corporea indotta dalle diverse proteine coinvolgendo una quarantina di individui sovrappeso sottoposti ad una dieta ipocalorica per tre mesi.

La ricerca è stata condotta su tre gruppi, quello di controllo che non ha seguito l’allenamento e non ha assunto integratori, quello che ha osservato una dieta ipocalorica e iperproteica con 1 g e mezzo di proteine per ogni chilo di peso più attività fisica e un integratore di caseina idrolizzata. Il terzo gruppo ha seguito la stessa dieta e la stessa attività fisica assumendo però un integratore di proteine del siero idrolizzate.

La differenza di prezzo tra le varie caseine, è così giustificata? Ecco cosa dice la scienza

Al termine dell’osservazione tutti i gruppi hanno perso in media due chili e mezzo di peso ma il gruppo di controllo non ha mostrato un aumento della massa magra: il gruppo che assunto caseina ha ridotto il proprio grasso in percentuali tra il 18 e il 26% aumentando di quattro chili la massa muscolare mentre il gruppo delle proteine del siero ha ridotto il tessuto adiposo dal 23 al 27% registrando un aumento medio di due chili sulla massa magra.

La forza muscolare è aumentata di circa il doppio nel gruppo che assunto caseina rispetto a quello delle proteine del siero e i ricercatori hanno quindi registrato differenze significative per quanto riguarda sia la composizione corporea che la forza a vantaggio delle caseine idrolizzata. Queste molecole infatti hanno realizzato una migliore ritenzione delle molecole di azoto e un amplificato effetto anticatabolico grazie ai peptidi contenuti.

Leggendo questi risultati apparentemente miracolosi bisogna comunque tenere in considerazione anche la natura dei soggetti sottoposti allo studio, sedentari ed obesi che improvvisamente modificano il loro stile di vita registrando risultati importanti.

Altre indagini scientifiche ad esempio hanno individuato differenze molto più blande tra le due categorie di integratori. Un’altra osservazione importante è che gli aminoacidi provenienti dalle caseine idrolizzate raggiungono la muscolatura in percentuali ridotte rispetto alla caseina micellare e considerando quindi tutti questi aspetti non risulta così giustificata la differenza di prezzo, con la prospettiva di risultati che non sono universalmente comprovati. Invitiamo quindi gli sportivi a testare sulla propria esperienza le diverse tipologie di integratori in maniera da individuare quello più efficace per le proprie necessità.