Integratori per le articolazioni: funzionano davvero?

- Scritto da in Integratori Salute Sport
Integratori per articolazioni scopri i migliori

La glucosamina è una molecola molto preziosa nel nostro corpo perché rientra nella struttura di proteine, glicani, solfati e acido ialuronico, tutte macromolecole che costituiscono la matrice extracellulare. Esse realizzano non solo una funzione strutturale ma garantiscono anche alcune proprietà particolari – occupandosi di reagire e attutire sollecitazioni e movimenti che caratterizzano le aree articolari.

Normalmente la glucosamina viene estratta dal guscio di piccoli crostacei marini anche se in tempi più recenti è stata realizzata una versione adatta anche chi segue un regime alimentare vegetale e a chi soffrisse di allergie nei confronti degli stessi crostacei. Questi integratori a base di glucosamina vengono destinati soprattutto al mantenimento del benessere articolare e al trattamento e alla prevenzione di patologie simili all’osteoartrite, in particolare di natura infiammatoria.

A cosa serve la glucosamina come assumerla

Anche se la glucosamina è nota soprattutto per le sue qualità in merito alla salute articolare, i suoi meccanismi d’azione non sono stati ancora del tutto chiariti dalla scienza. Oltre alla funzione strutturale sembra comunque chiaro che essa esplichi anche un ruolo antinfiammatorio che contribuisce alla salvaguardia del buon funzionamento e del benessere delle articolazioni.

Da sola o in sinergia con la condroitina, i numerosi studi sulla glucosamina hanno rivelato che essa riduce il dolore articolare nei casi di osteoartrite, riduce i processi infiammatori articolari e migliora la mobilità anche delle zone infiammate, rallentando la progressione delle patologie così come le radiografie dimostrano e riducendo la necessità di utilizzare farmaci antinfiammatori per gestire i sintomi di base di queste patologie.

Per quanto riguarda il dosaggio consigliato attualmente si parla di 1,5 g al giorno da suddividere in tre diverse somministrazioni. Esistono diversi formati di glucosamina con percentuali differenti di concentrazione ma a prescindere dal formato le modalità di somministrazione non variano. Risulta comunque fondamentale attenersi alle indicazioni presenti in etichetta in caso di dubbio consultare il proprio medico, soprattutto se in concomitanza si stanno assumendo medicinali o seguendo particolari terapie.

Per quanto riguarda gli effetti collaterali, la glucosamina è controindicata nei casi di sensibilità al principio attivo o allergie ai crostacei qualora la fonte non sia meglio specificata nell’etichetta dell’integratore. Per quanto riguarda i sintomi indesiderati più frequenti, si tratta in generale di problemi gastrici e diarrea che sospendendo la somministrazione scompaiono velocemente.

La glucosamina a livello chimico induce una forma di insulino resistenza e quindi chi si sottopone a una terapia per ridurre la glicemia dovrebbe valutare con attenzione l’adeguatezza di questo supplemento correggendo eventualmente i dosaggi. Anche nei casi di gravidanza e allattamento si sconsiglia l’assunzione di questo prodotto non tanto per conclamati effetti collaterali quanto per una insufficiente osservazione e sperimentazione clinica e scientifica. Chi soffre di sindrome metabolica o diabete di tipo due non dovrebbe consumare glucosamina salvo parere differente del proprio medico curante.

Integratore di glucosamina e focus sulla condroitina, un’importante molecola sinergica

Concludiamo questo approfondimento parlando in sintesi della condroitina, una molecola che lavora in sinergia con la glucosamina per il benessere della matrice extracellulare e delle articolazioni infiammate in particolare. Essa interviene soprattutto sulla cartilagine e contribuisce alla struttura e al funzionamento dell’articolazione riducendo a sua volta le infiammazioni e migliorando la mobilità.

Particolari evidenze scientifiche hanno consentito di valutare una riduzione delle infiammazioni, una riduzione dei dolori localizzati e una minore necessità di assumere farmaci antinfiammatori. Per quanto riguarda il dosaggio si consiglia di assumere fino a 1,2 g giornalieri di condroitina che solitamente è già miscelata negli integratori per il benessere e la salute delle articolazioni insieme alla glucosamina, in modo da raggiungere e soddisfare il dosaggio giornaliero raccomandato nell’arco di più somministrazioni.