Detox prima dell’estate

- Scritto da in Alimentazione Domande Frequenti Notizie e Novità Salute

I cambi di stagione sono momenti perfetti per smaltire ed eliminare le tossine in eccesso accumulate durante il periodo precedente e prepararsi così al meglio per il cambio di clima, di abitudini e di alimentazione. L’inizio della stagione calda o lo stesso momento di passaggio tra la primavera e l’estate, rappresentano due ottimi momenti per prendersi cura del proprio corpo e pensare alla depurazione interna, perché i nostri ormoni si trovano in una fase di transazione e risultano particolarmente ricettivi all’adattamento.

Inoltre fino a poche settimane prima il corpo era abituato a temperature decisamente più basse e un tipo di dieta differente che nella maggior parte dei casi contribuiva all’aumento del grasso piuttosto che al controllo della composizione corporea. L’accumulo delle tossine può quindi determinare alcuni disturbi rallentando l’attività degli organi che normalmente dovrebbero dedicarsi alla pulizia interna, come il fegato e i reni prima di tutto e senza dimenticare la pelle, i polmoni e l’intestino che solo quando sono puliti possono lavorare al massimo delle loro potenzialità.

Le scorie e le tossine che non vengono smaltite adeguatamente possono generare un ambiente infiammatorio che predispone a contratture, dolori ed infortuni: si tratta di un aspetto che gli sportivi devono assolutamente tenere in considerazione anche se queste sostanze di rifiuto possono essere dannose anche per quanto riguarda disturbi di salute differenti, anche non legati direttamente alla pratica di un’attività motoria.

Scopri se hai bisogno di una detox: hai uno o più di questi sintomi?

La prima osservazione per determinare se il tuo corpo abbia o meno necessità di una depurazione completa è valutare la tua condizione in termini di energia: passi la sua giornata in uno stato di dormiveglia o hai poca energia? Questo potrebbe essere dovuto a tossine accumulate nell’apparato digerente che rendono ancora più difficile l’assimilazione dei nutrienti e la trasformazione del cibo in energia. Questo significa che il corpo deve lavorare il doppio del solito per svolgere le sue funzioni.

Anche la mancanza di concentrazione può essere indice di un accumulo di scorie: bisogna tenere in considerazione che anche il nostro cervello necessita di nutrienti, di zuccheri in particolare, per poter procedere alla auto-depurazione interna al fine di rimanere performante.

Altri sintomi di un accumulo di tossine: i vantaggi della depurazione

Gli sbalzi d’umore, la depressione, possono essere influenzati dalla cattiva assimilazione dei nutrienti dall’assenza della giusta quota di vitamine, sali minerali e altre molecole che dovrebbero raggiungere gli organi che ne hanno bisogno. Emicranie improvvise e apparentemente immotivate, difficoltà ad addormentarsi, problemi di costipazione, possono trovare giovamento da un periodo di depurazione. Anche la nostra stessa pelle, che non solo è l’organo più esteso ma anche quello più esposto, può segnalare una necessità di depurazione manifestando sintomi come brufoli, impurità, acne, arrossamenti, pruriti e allergie.

Chi sta seguendo una dieta troverà sicuramente vantaggio da un periodo di depurazione che dovrebbe essere la prima fase da seguire prima di cominciare un nuovo regime alimentare: questo infatti verrà agevolato sotto ogni aspetto se il corpo inizia subito a lavorare in maniera pulita. Anche gli ormoni sessuali possono trovare ampio giovamento da una detox e quindi prima di assumere farmaci o prodotti particolari, è sempre buona norma seguire una fase depurativa che potrebbe già da sola portare sorprendenti benefici effetti.