Come stimolare il testosterone: i prodotti naturali che funzionano

- Scritto da in Domande Frequenti Integratori Salute
effetti secondari integratori testosterone

Il testosterone è un ormone molto importante per l’organismo umano soprattutto nel sesso maschile e rientra nella categoria degli ormoni steroidei. La sua struttura chimica proviene dal colesterolo ed è prodotto nelle gonadi di per l’80% e per il 20% nel surrene. Nelle donne viene sintetizzato anche nelle ovaie ma la maggior parte subisce una trasformazione in estrogeni.

Per quanto riguarda l’uomo, il testosterone determina le caratteristiche della voce, della barba, della muscolatura e dei peli nonché rileva nella produzione del seme, dello sviluppo dei genitali, nell’erezione, e nel desiderio.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Tribu Force 1000 90cpsFIT Tribu 1000 180cpsTribulus 1000 120cps

Altri benefici del testosterone: l’importanza di mantenerlo elevato

Il testosterone risulta importante anche nella produzione dei globuli rossi, nella determinazione dell’umore e dell’aggressività, nella memoria a breve termine e nella concentrazione. Questa molecola è coinvolta nella gestione del ciclo del fosforo, del calcio e della vitamina D3, nella pressione, nella glicemia e nel contenimento di fenomeni depressivi. Il testosterone viene prodotto per tutta la durata della vita ma dai quarant’anni si osserva una diminuzione dell’1% ogni 12 mesi. Di solito a partire dai cinquant’anni di età iniziano a manifestarsi i sintomi di una carenza che peggiora con il trascorrere del tempo.

Le prime conseguenze si osservano più facilmente nella sfera sessuale, per quanto riguarda una minore funzionalità erettile, un calo del desiderio e dell’energia, insieme talvolta anche a livelli anemici superiori.

Il testosterone nel sangue si trova in forma libera in una percentuale variabile tra l’1 e il 4% ma la maggior parte è legata ad una proteina chiamata albumina per il 38% – mentre per il 60% a proteine sessuali.

Clinicamente è possibile ricevere una somministrazione diretta di testosterone (con tutte le conseguenze e gli effetti collaterali annessi) ma si ritiene che l’alimentazione e l’integrazione aiutino a mantenere livelli corretti di questo ormone senza ricorrere a pericolose somministrazioni, andando a incentivare la produzione spontanea. Anche l’attività fisica risulta uno strumento importantissimo, insieme ad una corretta idratazione, per sostenere la presenza di testosterone anche nell’età più adulta. Gli integratori naturali possono svolgere una funzione determinante, soprattutto in abbinamento alla dieta e alla attività fisica. Vediamo alcuni degli attivi più efficaci.

Integratori naturali per incentivare il testosterone

Il tribulus terrestris è una sostanza naturale che aumenta il desiderio e interviene positivamente sul volume e la qualità dello sperma. I suoi risultati si osservano con maggiore efficacia in pazienti affetti da una deficienza ormonale mentre la potenzialità è in proporzione minore in soggetti sani; il dosaggio può arrivare ai 1200 mg quotidiani da somministrare più volte riservando una dose prima di addormentarsi.

Oltre al tribulus terrestris ricordiamo anche il fieno greco che è considerato uno stimolatore naturale di questo ormone, particolarmente diffuso anche presso gli sportivi poiché aiuta allo stesso tempo a migliorare le riserve di glicogeno nelle fasi di allenamento più intense. Il dosaggio indicato per questa sostanza è pari a 500 mg d’assumersi due volte al dì.

Come per tutti gli integratori, pur trattandosi di sostanze naturali, è importante osservare scrupolosamente le indicazioni in etichetta e consultarsi con il proprio medico curante in caso di patologie o assunzione concomitante di medicinali per scongiurare qualsiasi effetto collaterale o secondario indesiderato.