Allenarsi in palestra oppure all’aperto?

- Scritto da in Domande Frequenti Sport

La scelta tra l’allenamento in palestra oppure all’aperto riguarda molti utenti e allenatori: l’industria del fitness continua a proporci nuove macchine e strumenti che consentono di muoverci riducendo lo stress fisico e psicologico e garantendo il massimo della comodità. C’è chi ritiene che l’evoluzione delle macchine possa sortire l’effetto contrapposto di vantaggio ed handicap, come fosse una facilitazione dei workout e questa opinione è condivisibile ma solo per alcuni aspetti.

Sicuramente molti utenti si approcciano all’attività fisica con uno scopo sociale più che atletico tuttavia, ci sono circostanze in cui grazie alla ricerca e all’evoluzione alcune cose apparentemente impossibili diventano reali. Ad esempio consentire specifici movimenti a individui con una ridotta capacità motoria.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Crea Force 1kgBcaa's Kyowa 200cprSoy Pro 910gr

Il primo aspetto da considerare è quello sociale, considerando che il 90% di chi si iscrive in palestra lo fa per allenarsi insieme ad altre persone in funzione di alcuni criteri che vengono tenuti in considerazione, dal prezzo alla popolarità della palestra, dal tipo di persone che lo frequentano al livello dei servizi e dei comfort forniti, qualità delle macchine e così via. Un altro aspetto decisamente curioso è che pur scegliendo la palestra, tanti iscritti cercano in qualche modo di isolarsi ascoltando musica con gli auricolari, utilizzando l’ambiente circostante come stimolo di sottofondo e sfruttando la possibilità di allenarsi in un locale protetto anche dal punto di vista climatico.

Differenze tecniche tra allenamento outdoor e indoor

Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, il fatto di muoversi in maniera comoda su un attrezzo non significa che non risulti un impegno produttivo per il proprio obiettivo. Distinguendo tra un allenamento in palestra ed uno all’aperto, facciamo riferimento soprattutto alla scelta tra macchine fitness aerobiche e sport o attività che vengono svolte a corpo libero all’esterno.

Per quanto riguarda invece il potenziamento, workout con pesi liberi e calistenia si possono svolgere sia fuori che dentro. Le macchine isotoniche invece vanno conservate all’asciutto lontano dal sole quindi in questo caso gli allenamenti sono necessariamente condotti al coperto.

Salire le scale o usare uno stepper indoor?

Affrontiamo il paragone tra l’esercizio di salire le scale e muoversi su uno stepper. Questa macchina consente di modulare l’intensità e la spinta di galleggiamento, pur risultando in ultimo una meccanica piuttosto diversa rispetto alla classica salita delle scale. Si tratta di uno strumento particolarmente gradito alle donne perché si ritiene che faccia lavorare in maniera specifica i glutei tonificandoli.

Si tratta in realtà di una credenza frutto della disinformazione in quanto uno sforzo aerobico non può incidere pesantemente sulla trofia di un muscolo – con l’eccezione di quel passaggio iniziale tra una totale condizione di sedentarietà ad un’attività aerobica – ed inoltre la coscia non supera mai la linea orizzontale del bacino, attivando solo marginalmente il muscolo del grande gluteo.

Sulla macchina è il peso del corpo che innesca il movimento a supporto dei piedi mentre sulle scale sono gli arti inferiori che lavorano spingendo in alto il corpo verso il gradino successivo. Inoltre l’utilizzo delle braccia come appoggio riduce il carico di galleggiamento e l’angolo di lavoro dei glutei. Questo per dire che non sempre gli esercizi svolti al chiuso corrispondono perfettamente ad un’attività funzionale che svolgiamo tutti i giorni: non semprec’è una reale equivalenza tra i movimenti.

L’invito è quindi quello di individuare a seconda delle proprie necessità ed anche del momento climatico, la soluzione migliore per i propri allenamenti, tenendo in considerazione che quel che più conta è la motivazione personale e la serietà del workout, imprescindibili per raggiungere i traguardi che ci siamo posti.