Le proprietà del bicarbonato di sodio: il suo impatto sulla prestazione fisica

- Scritto da in Domande Frequenti Integratori Notizie e Novità Salute Sport

Nell’ambito degli integratori sportivi non sentiamo spesso parlare del bicarbonato di sodio ma questa sostanza rivela alcune caratteristiche che possono risultare estremamente interessanti. Questo sale alcalinizzante aumenta i carbonati a livello plasmatico ed è ricavato da ceneri di alghe, vegetali o prelevato da acque che attraversano rocce particolarmente ricche di sodio. Anche il nostro corpo produce questa molecola per mantenere corretti i propri livelli di pH interno del flusso ematico. Essendo un sale, dal punto di vista chimico non si scioglie nell’alcol ma è solubile in acqua.
Bicarbonato di sodio, una molecola tampone
Il bicarbonato di sodio funziona come una molecola tampone: è presente nella nostra saliva dove neutralizza gli acidi che provengono dalla decomposizione della placca e protegge lo smalto dentale. Il bicarbonato inoltre contrasta l’attività acidificante dello stomaco sulle mucose prevenendo ulcere e partecipando agli scambi respiratori – lavorando come trasportatore dell’anidride carbonica verso i polmoni per la sua espulsione.

Utilizzo sportivo del bicarbonato di sodio

Tale molecola alcalina è caratterizzata da un pH pari a 9 e viene consigliata qualora si soffra di bruciori di stomaco, ulcere e gastriti nonché ogni volta che risulti necessario rendere più alcaline le urine o altri liquidi del nostro corpo. Per quanto riguarda l’ambito sportivo il bicarbonato di sodio può essere impiegato per aumentare la resistenza atletica allo sforzo lattacido perché proprio durante questo genere di attività fisica viene prodotta una massiccia quantità di acido lattico che si riversa nel sangue e blocca le contrazioni muscolari, acidificando l’ambiente interno. Il bicarbonato di sodio quindi interviene contrastando tale acidificazione.

Numerosi studi sono stati dedicati a questa sostanza anche per quanto riguarda allenamenti intermittenti ad elevate intensità. L’assunzione di bicarbonato ha mostrato un miglioramento nella tolleranza agli sforzi e alcuni soggetti hanno evidenziato anche performance superiori ad elevate intensità in un allenamento ad intermittenza.

Come utilizzare il bicarbonato di sodio

Gli integratori che contengono bicarbonato di sodio migliorano la prestazione negli sforzi inferiori ai 60 secondi. La maggior parte degli studi ci dice che questa sostanza sostiene la performance ad alta intensità ma i dosaggi più efficaci sono correlati anche a pesanti effetti collaterali come nausea, diarrea e crampi a livello addominale.

Per quanto riguarda i dosaggi suggeriti, la scienza in ambito sportivo consiglia di somministrare circa un’ora mezza prima della prestazione sportiva 135 mg per ogni chilo di peso corporeo. In questa quantità il bicarbonato di sodio migliora la prestazione anche sul lungo periodo grazie alla sua attività come tampone che contrasta la acidità dei muscoli.

Tale dosaggio tuttavia potrebbe causare problemi gastrici ed è quindi preferibile iniziare con dosaggi inferiori da 20 mg per ogni chilo di peso in maniera da verificare l’individuale livello di tolleranza alla sostanza. Assunto come antiacido questo integratore può essere ingerito dopo una o due ore dalla fine del pasto insieme ad un bicchiere d’acqua – calcolando da 325 mg fino a 2 g da una a quattro volte al dì.