Fibre e dimagrimento: riduzione dell’appetito e perdita di peso

- Scritto da in Alimentazione Integratori Salute
dieta e fibre per gli sportivi

Se stai cercando di perdere qualche chilo, avrai probabilmente valutato l’utilizzo di alcuni integratori specifici come le fibre: questi prodotti infatti facilitano il percorso di dimagrimento velocizzandolo e intervenendo sul senso di sazietà che favorisce il raggiungimento o il mantenimento del peso corretto. Chi è abituato a consumare una grande quantità di cibi crudi ed integrali, non raffinati e interi ossia insieme alla buccia, si distingue per una maggiore facilità nel tornare in forma più rapidamente degli altri anche nel caso in cui dovesse assumere qualche chilo in più.

Le fibre quindi rappresentano uno strumento da non sottovalutare in questo tipo di percorso: possiamo trovarle in integratori specifici e nei cibi di origine vegetale che contengono sempre una parte di fibre insolubili deputate alla pulizia dell’intestino e una parte di fibre solubili che insieme all’acqua assumono una consistenza simile ad un gel e aiutano a metabolizzare grassi e zuccheri evitando nuovi accumuli adiposi.

Perché le diete dimagranti funzionano meglio con le fibre

Le fibre alimentari in natura presentano sia una parte solubile che insolubile ma in alcuni cibi può realizzarsi una certa pprevalenza di una o dell’altra fattispecie. La crusca ad esempio contiene soprattutto fibre insolubili, al contrario delle mele. Le fibre insolubili vanno consumate con attenzione e moderazione in caso di problematiche all’intestino e quando questo è già regolarmente…attivo!

Dopo che le abbiamo ingerite, le fibre vanno a mescolarsi con i succhi gastrici e i liquidi aumentando di volume e formando un agglomerato che aumenta il senso di sazietà occupando più spazio nello stomaco. Questo bolo raggiunge poi il tratto intestinale attraverso il quale il transito risulta particolarmente rapido e porta via carboidrati e grassi – che così non vengono assorbiti. Quando il nostro corpo assorbe meno zuccheri produce anche meno insulina, andando a placare la tipica fame fuori orario.

Quando le fibre si fermano nel colon e fermentano favoriscono la salute della mucosa intestinale evitando e contenendo la presenza di tossine che potrebbero indurre stitichezza e gonfiori. Gli esperti di nutrizione concordano nella necessità di introdurre almeno 35 g al giorno di fibre per il proprio benessere intestinale e per favorire il dimagrimento. La raccomandazione principale è che queste fibre siano assunte con molti liquidi, non meno di 1 litro e mezzo d’acqua ogni giorno in maniera che le molecole possano incrementare di volume e favorire tutti i processi che abbiamo descritto.

Fibre adatte anche agli sportivi

Se hai deciso di assumere più fibre nella tua alimentazione, ti consigliamo di fare attenzione alla qualità di ciò che acquisti, preferendo alimenti di origine biologica in maniera da poterli consumare con maggiore sicurezza interi. La buccia stessa infatti è la parte che più di tutte apporta fibre e quindi i prodotti che hanno subito meno trattamenti risultano anche meglio assimilabili. I cibi integrali come i cereali, possono essere riconosciuti da un colore più scuro e intenso legato al fatto che non sono stati sottoposti a raffinazione.

Per quanto riguarda nello specifico integratori di fibre, alcuni prodotti aggiungono ad esse anche degli enzimi per rinforzare la capacità digestiva dell’organismo come ad esempio la bromelina e la papaina. Questa sinergia favorisce la digestione, evita stitichezza e gonfiori, tiene sotto controllo l’appetito, favorisce la perdita di peso e la definizione muscolare. Per questo motivo si tratta di prodotti molto amati anche in ambito sportivo ed in particolare da tutti coloro che vogliono fare emergere e definire al massimo la propria muscolatura.