Integratori alimentari autunno: affrontare il cambio di stagione

- Scritto da in Integratori Salute
tecniche di cheating per imbrogliare il tuo corpo e crescere più in fretta

Il cambio di stagione ci traghetta dalle temperature più calde al primo clima autunnale, periodo durante il quale sperimentiamo cali energetici e le classiche malattie da raffreddamento. Per via della diminuzione delle ore di sole, tanti vivono la classica depressione autunnale ma ci sono diversi motivi per cui ci sentiamo indeboliti in questo particolare momento dell’anno.

La mancanza di luce solare è la prima ragione per cui il nostro organismo tende ad entrare in una modalità a risparmio energetico perché le giornate sono più brevi e si esce da casa per recarsi al lavoro al mattino presto, quando il sole ancora non è alto, e si torna a casa che praticamente è già buio.

Integratori alimentari autunno: come rinforzare il sistema immunitario

Secondariamente l’esercizio fisico per tanti soggetti tende a scarseggiare perché coloro che amano lo sport all’aperto in autunno iniziano ad essere più penalizzati: il freddo e il clima poco clemente fanno sì che molti mettano da parte purtroppo l’attività fisica.

Con le temperature più basse si tende inoltre a mangiare di più e scegliere cibi meno sani e più grassi, senza contare lo stress che incide ulteriormente sull’abbassamento delle difese immunitarie. Le infezioni e l’influenza aumentano durante le stagioni più fredde per via delle temperature basse e del gap termico tra fuori e dentro casa: l’aria dell’ufficio e delle abitazioni è più asciutta e si contrappone all’umidità dell’esterno aumentando esponenzialmente il rischio di ammalarsi.

Fortunatamente ci sono degli integratori che possono aiutarci a vivere meglio la variazione delle temperature, il cui consumo è consigliato tutto l’anno ma in particolare durante le fasi del cambio di stagione.

La vitamina D ad esempio è necessaria per la vita del nostro organismo poiché ci consente di avere la giusta concentrazione di calcio nelle ossa. Di solito circa il 90% di questa vitamina viene sintetizzata quando ci esponiamo alla luce del sole mentre la restante quota si ottiene dal cibo. Considerando tuttavia le giornate più brevi e la minore esposizione solare una integrazione di vitamina D diventa molto importante per tutti gli individui, specialmente dopo i quarant’anni di età.

Vitamina C e minerali anche per gli sportivi: integratori alimentari autunno

La vitamina C è il classico principio attivo rinforzante del sistema immunitario che ci protegge dai radicali liberi e riduce i processi di invecchiamento. Risulta estremamente utile per alleviare i sintomi del raffreddamento e rendere la guarigione più rapida. Va assunta con regolarità anche per garantirsi vantaggi dal punto di vista fisico: essa infatti partecipa al metabolismo della tirosina, alla sintesi del collagene e della carnitina, rigenera la vitamina E e gli acidi biliari, favorisce l’aumento della forza e la sintesi proteica. Dato che il nostro corpo non è in grado di trattenerla essa va integrata costantemente e per quanto riguarda gli sportivi il momento migliore risulta prima e dopo l’allenamento oppure la gara.

Lo zinco ed il ferro sono due oligoelementi che stimolano il sistema immunitario e ci proteggono al meglio dalle malattie da raffreddamento. Per l’assorbimento del ferro è importante anche l’apporto di vitamina C: inoltre è bene limitare il consumo di tè nero e di caffè che inibiscono la assimilazione di quest’importante molecola.