Il magnesio per gli sportivi: perchè assumerlo

- Scritto da in Alimentazione
carenza di magnesio

Il magnesio è uno dei minerali più presenti nel nostro ambiente naturale e costituisce ben il 2% rispetto alla complessivo composizione della crosta terrestre. Il magnesio è presente anche dall’acqua di mare e dal punto di vista chimico è classificato tra le sostanze alcalino terrose più importanti nell’ambito della biochimica umana, partecipando ad esempio alla sintesi di oltre un centinaio di enzimi.

Per quanto riguarda la distribuzione di questo minerale nel nostro corpo, il 99% si trova all’interno delle cellule e circa la metà nelle ossa, un quarto dei muscoli e altrettanto del sistema nervoso e negli organi mentre una quota più piccola risiede nei liquidi extra cellulari.

Come assumere magnesio: ecco dove trovarlo

Possiamo assumere magnesio attraverso il cibo di tutti i giorni in particolare attraverso cereali integrali, frutta secca, i legumi ma anche le carni e i derivati del latte. Nel nostro corpo contiamo 24 g di magnesio mentre il fabbisogno varia da 0,2 a 0,5 g. Questa sostanza partecipa a numerose reazioni chimiche in particolare quelle coinvolte nella produzione di energia, nella attività cardiaca, nelle contrazioni degli altri muscoli, nel determinare la pressione e quindi il tono dei vasi…

Un integratore a base di magnesio risulta quindi molto efficace nell’ambito di un migliore controllo della pressione. Per quanto concerne l’aspetto dell’energia, il magnesio si lega a gruppi di fosfato consentendo di metabolizzare al meglio di carboidrati, mantenere l’omeostasi cellulare ed extracellulare insieme all’attività sinergica di potassio, fosfato e solfato.

Il magnesio viene ampiamente utilizzato anche in ambito sportivo specialmente per la reintegrazione di sali minerali che vengono perduti con una abbondante sudorazione. Questo supplemento però esplica anche un’importante attività ergogenica migliorando la circolazione del sangue, l’equilibrio elettrolitico, la funzione energetica e la trasmissione nervosa.

I benefici del magnesio integratore

Questo significa che grazie agli integratori di magnesio si possono ottenere benefici importanti in termini di risultati sia negli sport di potenza che di resistenza.
Inoltre il magnesio è fondamentale nei processi di assimilazione del calcio, del fosforo e del potassio, influenza la permeabilità delle membrane delle cellule e migliora quindi la rapidità con cui è possibile conseguire alcuni obiettivi (ad esempio l’aumento della forza e della massa).

Si tratta di una molecola estremamente versatile che partecipa a numerose reazioni organiche: inoltre tiene a freno la sintesi dell’adrenalina e aiuta in caso di crampi, emicranie e tachicardia, partecipa al metabolismo dei grassi, dei carboidrati, delle proteine e alla produzione energetica che abbiamo già menzionato.

Come utilizzare integratore di magnesio

L’integratore di magnesio quando legato a sali inorganici come il gruppo solfato o carbonato va utilizzato in una misura di 0,5 g al giorno mentre insieme ai sali organici legati – come il magnesio citrato – si assume in una dose di 0, 3 g che risultano sufficienti per via di una superiore biodisponibilità.

Quando si acquista un integratore di magnesio è interessante sapere come migliorarne l’assorbimento e ottimizzare la spesa e la resa. In particolare si consiglia di utilizzare il magnesio durante o dopo lo sport insieme a una miscela elettrolitica che contenga anche sodio, potassio e cloro in maniera da garantire un miglior ingresso dei macro e micronutrienti nelle cellule. In caso venga diagnosticata una carenza di magnesio il quantitativo può salire fino a 1,5 g al giorno da somministrarsi in tre diversi appuntamenti.

Gli sportivi sono i principali destinatari di questo genere di supplemento naturale ma esso risulta molto utile anche per gli studenti e per chi ha necessità di mantenere costante la propria concentrazione. Il magnesio inoltre agisce sulla muscolatura rilassandola e risultando un attivo molto apprezzato per la riduzione dei crampi durante il ciclo mestruale e la PMS femminile.