Più muscoli hai, più è facile dimagrire… ecco come funziona!

- Scritto da in Culturismo Notizie e Novità Salute

Quando si cerca di perdere qualche chilo, si chiama in causa in primo luogo la dieta e si tratta sicuramente di una scelta corretta: ma non è l’unico parametro da tenere in considerazione. Anche i muscoli e il metabolismo giocano un ruolo fondamentale durante il programma dimagrante, sia per agevolare la perdita dei chili di troppo, sia per conservare uno stato di salute eccellente. Queste considerazioni ovviamente valgono sia per i sedentari sia per chi pratica regolarmente attività fisica e nell’approfondimento di oggi trattiamo la correlazione tra una maggiore massa muscolare e un dimagrimento più semplice e rapido.

La massa muscolare è una delle componenti principali della nostra composizione corporea e contribuisce all’equilibrio del corpo: possiamo considerare i muscoli come dei magazzini di stoccaggio di glicogeno e di acqua. La massa muscolare quindi influenza la capacità di gestire gli zuccheri e potenziare lo scheletro, prevenendo patologie e disabilità. Grazie ad una massa muscolare superiore e ad una maggiore forza fisica possiamo migliorare la qualità della nostra vita, a qualsiasi età e a maggior ragione in quella più avanzata.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Thyroid Energy 90cpsAnimal Cuts 42packLipo-6 Black 120cps

Perché è importante avere più massa per dimagrire

L’obiettivo di ognuno dovrebbe essere quello di riuscire ad arrivare all’età di sessant’anni con un fisico il più possibile forte e muscoloso per affrontare qualsiasi possibile problematica. Non stiamo invitando tutti voi a diventare culturisti o dedicarvi esclusivamente ad un obiettivo estetico: quello che conta anche secondo i medici e gli scienziati è il rapporto della propria composizione corporea. Per il genere maschile la massa grassa va mantenuta al di sotto del 15% mentre per le donne la soglia non dovrebbe superare il 20%.

La massa muscolare risulta un tessuto estremamente attivo dal punto di vista del metabolismo poiché aiuta a consumare più energia: i tessuti grassi invece hanno costi praticamente irrisori dal punto di vista energetico. Anche il tessuto degli organi incide sul consumo energetico ma non potendo intervenire su questi ultimi possiamo concentrarci sulla massa muscolare del nostro organo scheletrico.

In primo luogo quindi è bene contenere e prevenire l’eventuale degradazione dei tessuti magri, fenomeno che si verifica con il trascorrere del tempo e in caso di dieta restrittiva.

Le calorie che i muscoli bruciano a riposo

Quando ragioniamo soltanto sulle calorie, massa e metabolismo non sembrerebbero così determinanti nell’impatto dimagrante complessivo. Parliamo però di numeri: 1 kg di massa in più aiuta a bruciare ulteriori 30 cal nel metabolismo basale. Può sembrare un impatto piuttosto limitato ma sul lungo termine 5 o addirittura 10 chili di muscolatura in più sul consumo complessivo fanno davvero la differenza perché potrebbe significare l’ossidazione di almeno 1000 kcal ulteriori ogni sette giorni. E considerando che si tratta di un dispendio calorico che avviene con il corpo riposo e quindi in aggiunta ad una qualsiasi eventuale altra attività fisica, i vantaggi sono davvero innumerevoli.

Avere più massa muscolare migliora anche la suddivisione dei nutrienti perché a riposo i muscoli consumano acidi grassi e quindi offrono più tessuti bersaglio per l’ossidazione delle cellule adipose. I meccanismi biochimici coinvolti nei processi di dimagrimento e di sostegno alla massa muscolare sono davvero complessi e numerosi ma ci basta in questa sede considerare che sia le cellule grasse come quelle magre abbiano dei recettori che concorrono ad accaparrarsi i nutrienti che immettiamo nel nostro corpo. Se abbiamo quindi più muscoli, si genererà una preponderanza di cellule muscolari che prevarranno sugli adipociti anche in termini di destinazione di quello che mangiamo: e questo significa che più muscoli abbiamo e meno grasso viene alimentato.