Integratori sistema immunitario: rinforzare le difese naturalmente

- Scritto da in Domande Frequenti Integratori Salute

Recenti statistiche ci raccontano che ogni adulto tra ottobre e febbraio si ammala di raffreddore dalle due alle quattro volte e si tratta di un disturbo che insieme alla tosse, ai dolori alla gola e all’influenza è agevolato dall’abbassamento della temperatura. Se vuoi quindi ridurre il rischio di finire costretto a letto per questi malanni, è importante giocare d’anticipo rinforzando il tuo sistema naturale di difese. A tale proposito a scopo preventivo, puoi impostare una dieta ricca di frutta, verdura e oligoelementi e utilizzare integratori specifici a base di piante e vitamine per potenziare le tue capacità di ‘resistere’ e guarire.

Integratori per aiutare il sistema immunitario

Il primo aspetto da considerare è il rinforzo dei globuli bianchi che devono reagire per primi alle aggressioni esterne ed è possibile sostenerli attraverso lo zinco che aiuta ad attivare i linfociti che a loro volta andranno ad aggredire i virus e ad eliminare le cellule infette per tenere sotto controllo ogni infezione. Anche l’echinacea potenzia l’attività dei macrofagi e dei globuli bianchi così come la vitamina D3 che in caso di carenza moltiplica il rischio di contrarre influenze.

Rinforza le difese con gli integratori: i radicali liberi

L’inquinamento, la dieta sregolata, lo stress, il fumo e l’alcol sono solo alcune delle cause che rallentano l’attività del sistema immunitario. Per riattivarlo è opportuno portare a tavola sempre più spesso frutti blu scuro come i mirtilli e l’uva nera oppure il succo di sambuco. La vitamina C può essere assunta con kiwi, spremute d’arance rosse e integratori. Nell’ultimo caso è meglio preferire quelli derivati da prodotti naturali come acerola e rosa canina in una misura minima di 500 mg al giorno da assumere preferibilmente a colazione.

Anche la curcuma è molto utile contro i radicali liberi in una dose da 500 mg al giorno in polvere da attivare insieme ad una dose di piperina contenuta tipicamente nel pepe nero oppure in alternativa la propoli, un prodotto di origine animale con elevate capacità antiossidanti che contiene le infiammazioni e abbassa il rischio di infezioni in una dose da 600 mg al giorno. Anche lo zenzero aiuta l’eliminazione delle tossine e consente al sistema immunitario di lavorare a pieno regime.

Salute e flora intestinale: gli integratori fermenti lattici

La flora batterica intestinale va nutrita adeguatamente perché rappresenta la base del 75% delle difese immunitarie. I fermenti lattici aiutano a ripristinare l’ecosistema protettivo ed è importante che ogni dose

  • contenga almeno 5 miliardi di cellule vive per evitare l’annientamento da parte della barriera acida dello stomaco
  • e che contenga più ceppi protettivi.
  • Un ciclo dovrebbe durare almeno sei settimane consecutive.

Controllo dello stress con i fiori di Bach

I fiori di Bach sono un rimedio molto utile per prevenire i disturbi stagionali perché riduce lo stress che a sua volta abbassa il numero di linfociti e macrofagi. I rimedi possono essere miscelati appositamente dagli esperti oppure assunti unendo gocce di diverse preparazioni già in commercio, seguendo le istruzioni e le indicazioni del proprio medico o farmacista. Anche l’omeopatia può offrire diverse soluzioni di rinforzo al sistema immunitario come ad esempio il Ferrum 12 DH che migliora l’approvvigionamento dell’ossigeno cellulare e garantisce energia ai globuli bianchi. Un vaccino naturale contro i virus è rappresentato da un tubo di dose settimanale da assumere da fine ottobre per tutto l’inverno di Autolisato