Whey protein per sostenere l’anabolismo muscolare

- Scritto da in Culturismo Integratori
whey e anabolismo muscolare

Le whey protein sono i supplementi proteici più utilizzati nel bodybuilding e nel fitness: si tratta di proteine ricavate dal siero del latte che viene lavorato secondo differenti processi per escludere sostanze non gradite quali grassi, carboidrati e lattosio.

Questo genere di integratore viene assunto da un cultore del fisico principalmente per due scopi: aumentare la propria massa (dato che le whey contengono tutto ciò che occorre ad innescare la sintesi proteica) e prevenire il catabolismo, conservando tono e consistenza muscolare.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Whey Force Isolate 2kgIso Whey Zero 2,27kg100% Whey Isolate 2kg

Whey protein e anabolismo: perchè sceglierle

Le whey hanno due caratteristiche principali che le rendono così apprezzate e diffuse nell’integrazione sportiva: si tratta infatti di proteine ad elevata biodisponibilità, dato che nel siero sono presenti diverse frazioni proteiche e peptidiche (più o meno complesse). Inoltre esse presentano un elevato valore biologico, ossia una qualità proteica superiore legata alla presenza di amminoacidi essenziali.

Per determinare la qualità di una proteina, si tiene in considerazione sia la quantità di aminoacidi essenziali sia il bilancio azotato, ossia la differenza tra l’azoto che viene assorbito (e questo determina quanta parte del nutriente plastico viene in effetti assorbita) e l’azoto che invece viene eliminato attraverso l’apparato escretore.

Le frazioni proteiche citate qualche riga sopra, possono essere così classificate:

  • beta-latto-globuline > rappresentano oltre la metà (66%) del siero ricavato dal latte bovino;
  • alfa-latto-globuline > costituiscono il 24% della composizione totale ma giocano un ruolo fondamentale per l’ipertrofia grazie agli aminoacidi essenziali
  • siero-albumine > sono il 10% del siero e servono sia a regolare la pressione, sia a sostenere la produzione di glutatione

Nel siero di latte e quindi nelle whey troviamo anche altre frazioni presenti in misura minore, come il lisozima, la lattoperossidasi e le immunoglobuline. Queste ultime sono importanti per il sistema immunitario poichè sono ricche di anticorpi.

Come assumere le whey per stimolare l’anabolismo

Il momento migliore per assumere le whey protein è il post workout: dopo l’allenamento il nostro metabolismo ha necessità di ricevere immediato nutrimento, sia per quanto riguarda il materiale plastico atto a ricostruire i muscoli danneggiati, sia relativamente all’energia da ripristinare.

Le whey intervengono quindi apportando tutti gli aminoacidi che servono per la riparazione delle fibre muscolari e grazie ai tempi di rilascio particolarmente rapidi sono in grado di sostenere la sintesi proteica, evitando la proteolisi. Senza questo tipo di integratore, rischieremmo di vanificare gli sforzi in palestra, che procurerebbero solo scarsi risultati.

Per migliorare ulteriormente la velocità di assorbimento degli amminoacidi, gli esperti consigliano di assumerli insieme ad una fonte di carboidrati ad alto IG, oppure ad una fonte alimentare insulino simile come l’acido alfa lipoico o la taurina.

Quale tipo di whey scegliere

Per comprendere quale whey scegliere tra tutte quelle offerte dal mercato è opportuno sapere che esse possono essere classificate in base al processo di estrazione dal siero. Ogni lavorazione incide sul costo della proteina ma soprattutto sulla qualità della stessa.

WPC – whey concentrate – si tratta della whey più diffusa per il suo rapporto qualità/prezzo: contiene una maggiore concentrazione di lipidi, zuccheri e lattosio (quindi non va bene per gli intolleranti) e presenta un tenore proteico dell’80%;

WPI – whey isolate – hanno un tenore proteico più elevato delle concentrate (arrivano al 90%) e presentano meno grassi e zuccheri a seconda del tipo di lavorazione;

WPH – whey idrolizzate – sono in assoluto le proteine più pure e dal prezzo più elevato; hanno un sapore amaro e sono ricche di frazioni peptidiche. Gli aminoacidi delle idrolizzate sono di maggiore qualità e non sono denaturati.