Termogenici: cosa sono e come funzionano

- Scritto da in Dimagrimento Integratori

I termogenici sono integratori brucia grassi, così come vengono normalmente identificati in ambito sportivo: si tratta di sostanze dimagranti che intervengono sulla perdita del tessuto adiposo aumentando il dispendio calorico attraverso la produzione di calore e di energia, ma anche sviluppando un effetto lipolitico diretto sul tessuto adiposo scuro.

Con la parola termogenesi (produzione di calore) si intende proprio questo processo del metabolismo, che avviene o nel tessuto muscolare, o nel grasso bruno (così chiamato dal colore scuro del tessuto connettivo, determinato da elevata presenza di ferro).

Esistono varie tipologie di termogenesi ma quella che più interessa a chi si dedica al fitness o al body building è relativa all’attività postprandiale (digestione) nell’ottica di controllare ed eventualmente perdere peso. Gli stessi integratori sono supplementi alimentari e agiscono su vari livelli a seconda del nutriente che contengono, stimolando il metabolismo a produrre calore e quindi a bruciare le calorie durante il processo digestivo.

Termogenici: come funzionano

Una doverosa premessa riguarda l’importanza della dieta: l’efficacia degli integratori risulta decisamente amplificata quando il loro utilizzo avviene in concomitanza di una dieta ipocalorica, strutturata  in maniera da incentivare la lipolisi. Il processo di dimagrimento infatti è determinato da un bilancio calorico negativo, dato dalla differenza tra calorie assunte e bruciate.

Il principio alla base del dimagrimento è quello di apportare un numero di calorie inferiore a quelle che consumiamo durante la giornata. Senza applicare questa fondamentale regola nessun prodotto potrà risultare efficace. I termogenici tuttavia iniziano a fare la differenza quanto ci si avvicina al pareggio calorico e ovviamente, sono ancora più determinanti quando il consumo energetico supera l’apporto calorico alimentare attraverso le funzioni metaboliche e l’attività fisica.

Gli apporti calorici dall’alimentazione

Esistono due tipologie di brucia grassi:

  • quelli che intervengono nel 75% della TID, la termogenesi indotta dalla dieta (energia per il trasporto, lo stoccaggio e l’utilizzo dei nutrienti assunti con il cibo);
  • quelli che sostengono il restante 25%, indotto da sostanze nervine tra le quali la caffeina (che è tra gli ingredienti più utilizzati in questo genere di integratori), ma anche yohimbina.

L’uomo assume attraverso l’alimentazione grassi, carboidrati e proteine (amminoacidi). Tutti questi nutrienti hanno essi stessi degli effetti termogenici ben precisi, eccoli nel dettaglio:

  • zuccheri – fino al 10% di energia dissipata in calore
  • grassi – circa 3.5% di effetto termico
  • proteine – in media il 23/25% di energia che si trasforma in calore

Soffermandosi brevemente su questo schema, risulta evidente che una dieta basata su una quantità di proteine maggiore possa già da sola incentivare la TID e il relativo utilizzo delle calorie. Passiamo ora agli ingredienti che costituiscono questi integratori.

Cosa c’è dentro questi integratori per dimagrire

In questi prodotti, come in parte già accennato, vengono utilizzate sostanze naturali con proprietà termogeniche, e o stimolanti psicoattive: tra queste le più frequenti sono caffeina, tirosina e yohimbina:

  • caffeina, utilizzata per lo più nella forma anidra che secondo alcuni studi avrebbe un effetto termogenico più intenso, la caffeina è un alcaloide psicoattivo che incentiva la produzione di ormoni quali adrenalina, noradrenalina e dopamina. Queste sostanze aumentano il metabolismo basale, la presenza di ossigeno nel sangue e il ritmo cardiaco, preparando il corpo all’esercizio fisico e massimizzando il dispendio calorico (e quindi il dimagrimento);
  • tirosina, la tirosina è un aminoacido che facilita la scomposizione del glicogeno, ha effetto lipolitico sui trigliceridi e un ulteriore capacità termogenica grazie al suo intervento nella formazione della tiroxina, un ormone iodato che aumenta il metabolismo basale e sostiene l’ossigenazione dei muscoli;
  • yohimbina, un estratto vegetale ottenuto dall’omonima pianta, si tratta di un elemento che agisce come bloccante dei recettori alpha-2-adrenergici, innescando la vasodilatazione e la lipolisi, con ovvie positive ripercussioni sul dimagrimento.