Taurina: proprietà di questo composto chimico, volume, recupero neurale e spinta insulino simile

- Scritto da in Integratori
taurina e sport, tutte le proprietà

La taurina è stata ricavata per la prima volta nel 1827 da due ricercatori tedeschi, che l’hanno isolata a partire dalla bile di un toro, provenienza che ne ha determinato il nome. Questa sostanza deriva dall’amminoacido cisteina ma non può essere definibile a sua volta come un aminoacido in senso stretto poichè nella sua struttura chimica il gruppo carbossilico è sostituito da un gruppo sulfonico. La taurina tuttavia è comunque considerata nel novero degli aminoacidi condizionatamente essenziali, che il nostro corpo, in alcune specifiche condizioni, non riesce a produrre in quantità sufficienti al fabbisogno.

Nel nostro corpo la taurina si trova soprattutto nei tessuti nervosi, nei muscoli e nel cuore: gli adulti la sintetizzano a partire da metionina oppure cisteina, in presenza della vitamina B6 (piridossina). Negli alimenti è presente nelle fonti animali e in alcuni vegetali come il fico d’india che ne è particolarmente ricco (gli aminoacidi precursori si trovano nelle noci, nella soia, nel germe di grano, nei semi di chia, nel farro, nel sesamo, nelle lenticchie, nelle arachidi, nei pinoli, nei ceci, nell’alga spirulina, nei semi di zucca). I neonati invece assumono taurina direttamente attraverso il latte materno.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Taurine 500mg 100cpsTauri+ 100cpsTaurina Polvere 300g

Taurina: tutte le proprietà

Dal punto di vista medico, la taurina gioca un ruolo fondamentale nella crescita della muscolatura e nel benessere del sistema nervoso e della vista. Molti studi hanno confermato le sue implicazioni nel regolare la distribuzione del tessuto adiposo come prevenzione dell’obesità, nella prevenzione dell’epilessia e in generale, nel rilassare il sistema nervoso centrale (a differenza del pensiero comune legato a qualche bevanda energetica, la taurina non stimola il cervello ma lo mette a riposo, dal punto di vista chimico).

La taurina inoltre regola l’eliminazione del colesterolo, partecipa alla digestione dei grassi e favorisce la perdita di peso: tutte queste proprietà sono di sicuro sostegno per chi soffre di obesità ma anche di insufficienza cardiaca e problemi cardiovascolari, migliorando la contrazione del muscolo del cuore. Altre indagini scientifiche hanno messo in risalto una ulteriore capacità di questo integratore, quello di svolgere una azione insulino-simile nel ridurre i livelli di glicemia nel sangue.

Dosaggio della taurina

Per quanto riguarda il dosaggio del supplemento alimentare, la letteratura medica ha verificato effetti positivi sulla performance sportiva e sulla salute in questi quantitativi: da 500 a 2000 milligrammi al giorno suddivisi in 3 diverse somministrazioni. Se ne raccomanda l’assunzione in forma liquida almeno due ore prima di iniziare ad allenarsi, in maniera da garantire i tempi di un perfetto assorbimento.

Taurina e sport: molti studi dimostrano la sua efficacia

Abbiamo anticipato nel paragrafo precedente l’interesse dello sport nei confronti della taurina e in effetti, oltre le proprietà già riscontrate, diverse ricerche hanno messo in correlazione l’integrazione di questo aminoacido con l’attività fisica:

attività aerobica – due gruppi di studio hanno assunto placebo e taurina prima di una corsa di 3 km su un tapis roulant; chi ha ingerito questa unica somministrazione di taurina ha migliorato dell’1.7% circa il proprio tempo e la capacità di resistenza;

volumizzatore muscolare – nella misura di 2/6 grammi al giorno, la taurina migliora il pumping muscolare, incrementando il volume per idratazione cellulare;

esercizi ad alta intensità – la taurina è stata somministrata insieme a BCAA per 2 settimane 3 volte al giorno e 4 giorni dopo la serie di esercizi ad alta intensità, svolti in palestra. Il risultato interessante è stata una diminuzione del danno muscolare e il senso di indolenzimento a insorgenza ritardata (che i bodybuilder conoscono bene con il nome di DOMS). La sinergia tra taurina e ramificati è stata la combinazione con i migliori effetti sulla prestazione fisica e il minor senso di affaticamento, rispetto ad una integrazione singola dei due supplementi;

migliore recupero neurale – trattandosi di un precursore di GABA, la taurina riesce a promuovere il rilassamento neurale, aspetto evidentemente connesso con il recupero post workout.

In conclusione possiamo affermare che la taurina è una sostanza molto ben tollerata dal nostro corpo (effetti collaterali da sovradosaggio si verificano soprattutto a livello gastrointestinali), e che “mette le ali” non tanto da sola ma piuttosto assunta insieme ad altre sostanze come gli aminoacidi ramificati, gli antiossidanti, il calcio e il magnesio.