Tartaruga addominale al top? Per i coreani, ci pensa l’agopuntura

- Scritto da in Dimagrimento Domande Frequenti Salute

Ore e ore spese in palestra a fare addominali per avere un girovita e una tartaruga al cardiopalma? Niente di più semplice. In Asia, è stato studiato un metodo “sbrigativo”, e senz’altro meno faticoso, per mantenere in forma il proprio addome. Secondo una ricerca coreana, pubblicata su «Acupuncture in Medicine», l’agopuntura nella parte esterna dell’orecchio, con cinque punti di stimolazione, aiuterebbe a ridurre l’adipe in eccesso, favorendo il ritorno (o la prima venuta) dei desiderati quadratini che tanto ricordano il guscio delle testuggini. I ricercatori asiatici hanno dimostrato che, utilizzando questa stimolazione continua di cinque punti dell’orecchio esterno, rispetto a quella che ne prevede uno solo, il grasso può sciogliersi più facilmente, lasciando libero spazio alla costruzione di un apparato addominale iper tonico. «In entrambi i casi (con il metodo dell’agopuntura, ndr.) abbiamo osservato un calo del girovita – spiegano gli studiosi –, ma c’è stata una diminuzione maggiore quando i pazienti sono stati trattati con i cinque punti di contatto rispetto a uno solo». Dei 91 soggetti che hanno preso parte all’esperimento (tutti con un indice di massa corporea pari o superiore a 23), 30 sono stati trattati mediante l’inserimento cutaneo, nell’orecchio, di cinque aghi, per una profondità di due millimetri, fissati alla pelle con un nastro adesivo e tenuti in posizione per un’intera settimana. Il risultato è stato sorprendente. «L’agopuntura con cinque punti – precisano ancora i ricercatori coreani – può essere appropriata per affrontare il grasso addominale».