Sostanze anabolizzanti naturali, alimentazione e allenamento per un corpo da bodybuilder

- Scritto da in Notizie e Novità
Sostanze anabolizzanti naturali che funzionano per l'ipertrofia

Sostanze anabolizzanti naturali insieme alla giusta alimentazione e a un allenamento mirato sono tre aspetti fondamentali che conducono ad un aspetto fisico come quello che si è sempre desiderato. È vero che da soli gli integratori non possono fare miracoli ma se ci assicuriamo una buona dieta e programmiamo il lavoro in palestra, ecco allora che questi prodotti diventano determinanti per raggiungere in tempi più rapidi i propri obiettivi ipertrofici.

Per stimolare la crescita muscolare è necessario tenere in considerazione l’assetto ormonale che determina lo sviluppo della massa magra e il dimagrimento: questo spiega il motivo per cui nelle palestre si fa purtroppo ampio uso di anabolizzanti sintetici, sostanze che cercano di ottenere grandi risultati in tempi molto brevi con tutte le conseguenze che ne derivano dal punto di vista della salute. Bisogna però sapere che il nostro corpo produce naturalmente delle sostanze anabolizzanti, che hanno quindi la capacità di stimolare l’aumento della massa muscolare e tra queste, c’è sicuramente l’ormone testosterone che è protagonista dei meccanismi legati all’ipertrofia.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Tribulus Fuel 625 100cpsNO3 Chrome G4 90cpsL-Citrulline 750mg 90cps

Sostanze anabolizzanti naturali e testosterone

Per stimolare la produzione endogena degli ormoni ed in particolare del testosterone, non è necessario assumere sostanze dopanti e pericolose: esistono specifici integratori chiamati anabolizzanti naturali che non hanno effetti collaterali e sono sicuri per la salute, rispettando le semplici indicazioni delle etichette. In questo articolo vogliamo approfondire l’utilizzo dei supplementi alimentari in ottica anabolica.

Sostanze anabolizzanti naturali, il tribulus terrestris

Il tribulus terrestris è una pianta molto utilizzata in ambito fitoterapico per curare alcune patologie della sfera sessuale ed utilizzate da secoli proprio per questo motivo. Negli ultimi decenni anche l’integrazione sportiva ha scoperto le proprietà di questo vegetale per migliorare la prestazione fisica. Si tratta dal punto di vista chimico di una saponina steroidea che è capace di aumentare la secrezione del testosterone, ma anche del diidrotestosterone, dell’ormone LH, del DHEA. Il testosterone in particolare è il principale ormone maschile che ha proprietà di virilizzanti tra cui, come già accennato, quella di aumentare la massa muscolare magra.

Sostanze anabolizzanti naturali, l’arginina

L’arginina è un ingrediente molto diffuso nell’integrazione naturale sportiva e viene addizionato in tanti prodotti per la palestra: nel formato AAKG arginina alfa chetoglutarato, l’arginina viene utilizzata in maniera più effciente per stimolare la presenza di ossido nitrico nel sangue, un importante vasodilatatore.

L’arginina è un aminoacido fondamentale anche per attivare la sintesi proteica, mentre il gruppo chetoglutarato viene utilizzato per la produzione energetica a partire dai nutrienti assunti dal cibo, quindi zuccheri, lipidi e proteine. Insieme all’ammoniaca crea un acido precursore della glutammina.
Chi utilizza questo integratore, nota in tempi rapidi un aumento visibile del pompaggio muscolare e della irrorazione.

Sostanze anabolizzanti naturali, ZMA e ossido nitrico

La formula ZMA è stata studiata appositamente per accorciare i tempi di recupero post-workout in maniera da favorire la crescita muscolare e l’aumento della forza. All’interno di questo composto troviamo lo zinco, fondamentale per la regolazione della crescita delle cellule e la riparazione dei tessuti muscolari, nonché sostegno importante al sistema immunitario. Insieme allo zinco è presente anche il magnesio che è essenziale per mantenere gli equilibri elettrolitici e per produrre energia, nonché per prevenire e minimizzare crampi e dolori muscolari. Un integratore di questo tipo migliora la produttività del proprio allenamento e consente di ottimizzare i risultati in termini di recupero e di ipertrofia.

L’ossido nitrico che abbiamo già nominato, è un importante mediatore endogeno che influisce sul metabolismo inducendo una maggiore vasodilatazione e una più rapida trasmissione degli impulsi nervosi. Nel nostro corpo questo composto viene sintetizzato a partire da specifici enzimi che utilizzano molecole di arginina. Un integratore di ossido nitrico quindi è sostanzialmente un prodotto che contiene sostanze, quali appunto l’arginina, capaci di aumentarne la presenza endogena. Grazie a questo prodotto si potenzia il proprio allenamento e si massimizza l’effetto pumping.

Oltre all’arginina, nelle miscele studiate per aumentare l’ossido nitrico, troviamo spesso anche la citrullina e la norvalina. Il ruolo di quest’ultima sostanza, che è un composto aminoacidico, è quella di inibire la scomposizione dell’arginina, facendo in modo che quest’ultima venga primariamente convertita in ossido nitrico. La citrullina lavora in sinergia con l’arginina e anche a piccole dosi incrementa la produzione di ossido nitrico e migliora la produzione energetica.