Sali minerali e vitamine: micronutrienti essenziali nello sport

- Scritto da in Integratori

Integratori di sali minerali e vitamine rappresentano due categorie di prodotti molto note e utilizzate presso gli sportivi (e non solo). Iniziamo approfondendo l’argomento dei sali minerali, che sono universalmente riconosciuti come utili in senso assoluto ad ogni atleta, in particolari condizioni: lo sforzo fisico deve essere di lunga durata, e questo accade ad esempio nella maratona, nel triathlon… mentre non serve integrare sali negli sforzi brevi, come negli sprint.

Sali minerali e vitamine: cosa perdiamo durante l’allenamento

Bisogna inoltre considerare i fattori ambientali: in ambienti caldi e umidi il corpo perde molti più minerali e ha quindi bisogno di integrazione. Questo è il caso di chi trascorre molto tempo in una palestra, ad esempio. Per ogni litro di sudore, si perdono 1.5 grammi di sali e non è infrequente che durante una sessione intensa di allenamento, lo sportivo possa perdere da 1 a 5 litri (con picchi accertati anche durante studi clinici di 3 litri per ogni ora). Un allenamento che si prolunga per tre ore o più quindi comporta una perdita di sali pari a 10/15 grammi: una dieta ‘normale’ fornisce in media circa 6/8 grammi di sale e da qui consegue la necessità di una integrazione esterna.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Multi Force 120cpsDaily Formula 100cpsEuro Vita-Mins 120cps

Quali minerali sono più importanti

Il cloro, il sodio e il potassio rivestono un ruolo particolarmente rilevante nel regolare il passaggio dei fluidi intra ed extra cellulari. Il sodio può essere reintegrato con un pizzico di sale nella borraccia dell’acqua, ma maggiorate assunzioni di potassio e magnesio non sono così facilmente realizzabili: se non vengono costantemente introdotti, la performance si riduce fino alla comparsa di affaticamento,crampi, nausee… e nei casi più severi anche collasso cardiaco.

I sali minerali integrati quindi servono a garantire l’adeguata presenza di tali sostanze che si possono ricondurre sia ad una migliore prestazione sportiva, che al normale e fisiologico funzionamento del corpo.

Multivitaminici e sport

Analizziamo ora brevemente il ruolo e l’importanza delle vitamine per uno sportivo. Questo tipo di prodotto, oltre che i diretti effetti sulla salute, può migliorare la performance, l’ipertrofia e la perdita di grasso. Le vitamine E e C (tocoferolo e acido ascorbico) sono note per la loro capacità antiossidante, che contrasta i radicali liberi che sorgono anche e soprattutto durante periodi di stress psico fisico (come una sessione di allenamento). La presenza di tali vitamine previene gli infortuni, agevola la formazione di collagene e prolunga l’attività dell’ossido nitrico.

Integrando le vitamine del gruppo B, quali biotina e cianocobalamina, pirossidina eccetera, si contribuisce:

  • al metabolismo delle proteine, dei grassi e dei carboidrati
  • alla produzione di energia
  • al ripristino dei livelli di glicogeno
  • alla trasmissione inter-neruonale, migliorando riflessi e reattività fisica e mentale.

La vitamina A è forse la preferita dei bodybuilder, tanto da esser nota anche col nome di ‘vitamina della crescita’, poichè la sua presenza migliora l’assorbimento proteico, fondamentale per l’ipertrofia. Grazie alla vitamina A infatti si sfrutta tutto il potenziale plastico delel proteine e recenti studi hanno confermato che il fabbisogno di retinolo è proporzionale all’intensità dello sforzo fisico svolto.

Come per tutti gli integratori, anche per sali minerali e vitamine è molto importante rispettare le dosi riportate in etichetta, attenendosi inoltre a queste semplici regole:

  • equilibrare la propria dieta all’allenamento svolto
  • moderare/eliminare il consumo di alcol
  • eliminare il fumo, che porta a una carenza di vitamina C
  • moderare l’esposizione ai raggi solari nelle ore di allerta, per limitare l’ossidazione cellulare.