Ramificati aminoacidi e aminoacidi: cosa cambia?

- Scritto da in Domande Frequenti Integratori
differenza tra aminoacidi e aminoacidi ramificati

Ramificati aminoacidi, aminoacidi tradizionali: ne sentiamo parlare ma a volte i due termini vengono utilizzati come sinonimi, creando confusione. Nel nostro corpo esistono 20 tipi di aminoacidi che costituiscono le proteine, unendosi in legami chimici definiti peptidici. Grazie a loro i muscoli vengono riforniti di energia e materiale plastico.

Di questi 20 aminoacidi, 8 sono classificati come essenziali, 10 come non essenziali e 2 come semi essenziali: tra gli essenziali ce ne sono 3 dalle caratteristiche particolari che vengono definiti aminoacidi ramificati. Quindi schematizzando i 20 aminoacidi:

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Bcaa 1000 400cpsBcaa Force 8:1:1 200cprBcaa Powder 8:1:1 300 gr
  • 8 aminoacidi essenziali di cui lisina, metionina, fenilalanina, treonina, triptofano più i tre definiti ramificati BCAA valina, leucina, isoleucina;
  • 10 aminoacidi non essenziali, alanina, acido aspartico, acido glutammico, glutammina, asparagina, alanina, glicina, prolina, tirosina, serina;
  • 2 aminoacidi semi essenziali, ossia arginina e istidina.

Ramificati aminoacidi e dieta per lo sportivo

Nella dieta di ogni giorno, lo sportivo deve porre maggiore attenzione soprattutto agli aminoacidi ramificati: tutti gli aminoacidi in realtà concorrono alla sintesi di nuove proteine, aspetto fondamentale per il reintegro dell’energia e per la costruzione di massa muscolare, ma in realtà sono i ramificati a far la differenza per potenziare la performance fisica.

La differenza tra aminoacidi essenziali e ramificati si comprende nella fase di metabolizzazione: ogni aminoacido viene sintetizzato nell’intestino tenue ma, mentre gli aminoacidi essenziali proseguono verso il fegato, i ramificati si muovono direttamente verso i muscoli, andando a formare il 35% degli aminoacidi complessivi presenti nella fibra muscolare stessa.

Ramificati aminoacidi: proprietà anticataboliche, plastiche, energetiche

Tutti gli aminoacidi infatti assolvono la funzione plastica, essendo coinvolti nella sintesi di nuove proteine necessarie rinnovare le cellule; perciò sono fondamentali nel momento del reintegro per gli sport di potenza e nel body-building, dove sono alla base dell’aumento della massa muscolare.

Oltre a questa capacità, gli aminoacidi BCAA aggiungono delle interessanti potenzialità anticataboliche e anti-affaticamento dato che rallentano la degradazione delle proteine e favoriscono l’adattamento del muscolo allo stimolo allenante. Tale situazione risulta ottimale per potenziare la performance soprattutto nelle prestazioni intense e di lunga durata.

Inoltre la funzione anticatabolica per chi pratica sport intensi è molto importante perché preserva le difese immunitarie, contrasta la formazione di acido lattico e allontana la soglia di affaticamento mentale, fornendo una maggiore resistenza agli sforzi.

Ramificati aminoacidi e aminoacidi: quando assumerli

Il nostro corpo produce autonomamente solo gli aminoacidi definiti non essenziali, mentre tutti gli altri, compresi i ramificati, vanno assunti con la dieta o eventuali integratori sportivi. Per introdurre quindi questi elementi, specialmente per chi pratica sport intensi, il supplemento alimentare diventa particolarmente importante dato l’aumentato fabbisogno, specialmente per finalità ipertrofiche e per sopperire alle carenze di un’eventuale dieta restrittiva. Aumentando l’apporto di ramificati si sostiene l’attività aerobica se l’assunzione avviene during e/o post-workout.

Gli sportivi solitamente si orientano verso integratori ramificati aminoacidi perché oltre alla funzione plastica assolvono anche quella energetica e di contrasto al fenomeno del catabolismo muscolare. La assunzione di questi prodotti è utile in qualsiasi fase dell’allenamento, dai cicli di preparazione più generici fino all’allenamento più specifico e intenso. Durante la cosiddetta finestra anabolica si verifica la massima richiesta di aminoacidi parte del corpo: questa fase ha una durata variabile a livello individuale ma di solito comincia tre ore dal termine dell’allenamento.

Durante il resto della giornata, gli aminoacidi ramificati vengono di solito consumati preferibilmente di sera, dato che in questa fase del giorno si verifica il picco dell’ormone GH: l’integratore di BCAA in questa fase è dunque utile per prevenire la degradazione della massa muscolare magra e stimolarne la crescita.

Quando la prestazione sportiva richiede ulteriori energie, è importante preservare il fisico da soglie di stress troppo elevate aggiungendo in particolare glutammina, un aminoacido condizionatamente essenziale che risulta però essenziale per tutti quegli atleti che non vogliono rischiare il sovrallenamento.