Quando cambiare allenamento: come riconoscere il momento giusto

- Scritto da in Culturismo Domande Frequenti Integratori Sport
quando e come cambiare allenamento

Come fare a capire quando cambiare allenamento? Quante volte hai già modificato la tua scheda in palestra perché non riscontravi risultati apprezzabili? Hai fatto bene a lasciare il vecchio metodo per il nuovo oppure sei stato troppo precipitoso?

Il tuo corpo ha bisogno di un allenamento di massa (o finalizzato ad altro obiettivo) in maniera da promuovere una forma di adattamento dal punto di vista morfologico e funzionale che interessi la forza, la flessibilità, la reattività e così via. Tuttavia cambiare allenamento non è come cambiarsi d’abito e c’è bisogno di tempo affinché il corpo si adatti al nuovo programma per trarne effettivo beneficio.
L’adattamento del nostro corpo sottoposto ad un nuovo stimolo passa attraverso tre fasi.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Acetyl Carnitina 1000mg 60cpsCrea Force 1kgVitargo Carboloader 2Kg

Quando cambiare allenamento: le tre fasi di adattamento

La prima fase è lo shock provocato dal cambiamento: il corpo affronta il nuovo stimolo e il dolore si sviluppa a scapito della prestazione. La seconda fase è l’adattamento allo stimolo, quando il corpo cioè si adatta grazie all’allenamento e le prestazioni migliorano. La terza e ultima fase è data dalla stanchezza, il corpo si è adattato al nuovo stimolo e ristagna: in questa fase è elevata la probabilità che le prestazioni rimangano le stesse oppure che addirittura diminuiscano per un eccesso di allenamento.

Quando cambiare allenamento: conosci i segnali del tuo corpo?

Alcuni esercizi prevedono sia una grande conoscenza del proprio fisico e sia una particolare forza e flessibilità per essere svolti correttamente, ma devono anche essere eseguiti nel periodo giusto. Se alteri il programma di allenamento senza passare per le tre fasi, aumenta il rischio di subire lesioni: quindi si sconsiglia di modificare frequentemente il programma di allenamento e puntare al miglioramento delle capacità fisiche e motorie.

La fretta renderà ancora più difficile il raggiungimento di qualsiasi obiettivo. Quando invece il corpo non mostra risultati nonostante la fatica e l’impegno allora si tratta di un segnale inequivocabile per ripensare al proprio programma di allenamento ed evitare lo stallo nella crescita muscolare. È il momento di cambiare il tuo allenamento. Ecco cosa devi fare.

Quando cambiare allenamento: come fare

Una volta compresa la necessità di cambiare programma di allenamento, il passaggio non deve essere necessariamente radicale, soprattutto se conosci già gli esercizi che stimolano maggiormente il tuo corpo. Basta invece apportare delle piccole alterazioni alla tua routine per continuare a ottenere dei buoni risultati. Ecco alcuni consigli pratici:

  • aumenta l’intensità degli esercizi
  • incrementa il numero di serie e/o di ripetizioni
  • modifica l’ordine di esecuzione degli esercizi cosiddetti composti
  • aumenta il numero e la varietà degli esercizi
  • alterna i giorni in cui ti alleni
  • stabilisci le sessioni in cui allenerai lo stesso gruppo muscolare
  • ricalcola il tempo di riposo tra le varie serie
  • inserisci variazioni negli esercizi, ad esempio esegui lo squat frontale anziché il classico e così via

Questi semplici consigli possono esser già da soli sufficienti per portare a cambiamenti significativi senza dover alterare completamente e in maniera drastica il tuo programma. Si tratta di un ottimo metodo che cambia gradualmente le tue abitudini in palestra senza correre il rischio di contrarre lesioni di infortuni.

La scelta del cambio di allenamento è individuale e puoi farti aiutare dal tuo personal trainer nell’analizzare la tua situazione e comprendere se il tuo corpo risponde o meno alle sollecitazioni, modificando le abitudini solo quando vedi che non stai ottenendo i risultati che cerchi.

Non cambiare mai in maniera troppo brusca né frequentemente la scheda dei suoi esercizi perché altrimenti non riuscirai ad interpretare come il fisico reagisce ai vari stimoli. Di solito il periodo in cui il corpo inizia a manifestare una reazione apprezzabile agli stimoli varia dalle sei alle otto settimane. Tuttavia ogni atleta ha un metabolismo differente e non è possibile stabilire un arco di tempo valido per tutti.

Quando non modifichi il tuo allenamento per tanto tempo, ad esempio per sei mesi, è facile che il tuo corpo si stia adattando agli stimoli e lo sviluppo si stabilizzi senza trovare un miglioramento apprezzabile. Ricorda infine che solo seguendo una dieta adeguata il workout potrà dare i risultati che vuoi: gli integratori non sono obbligatori ma possono configurarsi come un aiuto particolarmente efficace nel consentirti di raggiungere rapidamente il tuo traguardo.