Proteine per massa: l’importanza del bilancio azotato giornaliero

- Scritto da in Integratori

Le proteine per massa sono particolarmente conosciute e apprezzate nel mondo del fitness e del body building: se l’obiettivo dell’allenamento è quello di aumentare o conservare la massa muscolare magra, questi supplementi alimentari sono in grado di fornire il materiale plastico necessario per il mantenimento e la ricostruzione muscolare, indispensabile per riparare i microscopici danneggiamenti causati dal pesante training.

Sono commercializzati molti prodotti adatti a questo scopo, ma quelli più utilizzati si ricavano dal siero del latte e prendono il nome di whey protein, il cui successo deriva dal maggior valore biologico di questo tipo di protide, che il nostro organismo riesce ad utilizzare in maggior parte; esistono poi anche gli integratori che contengono proteine dell’uovo o della carne più tutti quelli appartenenti alla categoria vegetale (riso, soia eccetera), ma in ogni caso le funzioni deputate sono le medisime.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Syntha-6 2,27kgElite Casein 1,8kgPro Blend+ 900g

Proteine per massa, perchè acquistarle: il bilancio dell’azoto

Per prima cosa, cerchiamo di definire cosa si intende per ‘bilancio dell’azoto‘: le proteine alimentari, a differenza degli altri nutrienti, contengono in media il 16% di azoto, che viene eliminato prevalentemente attraverso feci e urine. Il bilancio azotato è il valore dato dalla differenza tra azoto ingerito ed espulso e determina il bisogno proteico di ogni individuo. Solitamente vi è un equilibrio tra azoto assunto e azoto eliminato ma in particolari condizioni il bilancio diventa positivo, perchè il corpo necessita di una maggiore quantità di proteine per il proprio fabbisogno. Tra questi momenti si classificano la gravidanza, l’accrescimento e l’attività fisica intensa. Viveversa, il bilancio azotato è negativo quando sussistono patologie e in caso di digiuno assoluto o digiuno meramente proteico.

Un programma alimentare adeguato ed un allenamento mirato all’aumento della massa e della definizione muscolare devono essere supportati dall’assunzione della quota proteica necessaria ogni giorno. La sola alimentazione è in teoria sufficiente a coprire il fabbisogno quotidiano di proteine, tuttavia è fondamentale considerare che per accumulare più tessuto muscolare il bilancio dell’azoto deve risultare sempre positivo. Alimentandosi normalmente questo risultato è ottenibile se si introducono proteine almeno ogni 3 ore e tale impresa diventa praticamente irrealizzabile, a meno di dedicare tutta la propria giornata alla preparazione dei pasti principali (che sono in media 5-6 al giorno per un body builder). Questa è la prima ragionevole motivazione per l’acquisto di proteine per massa, ma non è la sola e vediamo subito cos’altro occorre sapere.

Sostanze indesiderate presenti nel cibo, ma non negli integratori

Un’altra ragione valida per l’utilizzo dei supplementi proteici è la presenza di elementi indesiderati nel cibo di tutti i giorni: carne, pesce, uova, latticini sono tutti alimenti di origine animale ad elevato valore proteico che però contengono anche grassi saturi e colesterolo. Se dovessimo nutrirci tutto il giorno solo di questo genere di prodotti senza ricorrere agli integratori, il nostro organismo ingrasserebbe e a lungo andare rischierebbe di incorrere in effetti collaterali legati alla salute (ipercolesterolemia, intolleranze, problemi digestivi…).

Proteine per massa: digestione più veloce

Un terzo vantaggio di questi integratori è la loro velocità di digestione rispetto le normali pietanze: nella fase di post workout ad esempio, il corpo ha immediato bisogno di rifornirsi sia di glucidi sia di protidi. Se dovessimo sopperire a questa necessità con il cibo (100 grammi di carne rossa e pane) vanificheremmo parte dei nostri sforzi atletici, a causa dei tempi di digestione più lunghi che innescherebbero la proteolisi, cioè il contrario dell’aumento massa che vogliamo ottenere.