Perdere grasso grazie agli integratori: focus sulla yohimbina

- Scritto da in Dimagrimento

Perdere grasso con un integratore? Spesso si sente parlare di yohimbina, un efficacissimo integratore naturale che si ricava dalla corteccia dell’omonimo albero africano. Nella fibra del legno si trovano sostanze alcaloidi di cui il 15% è costituito dalla stessa yohimbina, anche se le quantità possono variare a seconda del clima e della tipologia di terreno (il principio attivo è più concentrato con la stagione delle piogge, mentre con la secca si rileva in minor percentuale).

Perdere grasso con la Yohimbina e altre proprietà

La yohimbina è chimicamente un alcaloide ed è nota da tempo per le sue numerose proprietà terapeutiche: è diventata famosa in primo luogo come afrodisiaco e stimolante sessuale, ma anche come tonico cerebrale, capace di massimizzare le funzioni cognitive. Le popolazioni che per prime hanno utilizzato la yohimbina, l’assumevano polverizzando o macinando la corteccia in acqua calda (da sola o insieme ad altre sostanze vegetali). In occidente è utilizzata per trattare la disfunzione erettile e migliorare il vigore sessuale ma anche per sostenere la performance atletica e incentivare il dimagrimento. I cantanti la utilizzano durante le tournee per mantenere chiaro il proprio timbro di voce.

Essa agisce intervenendo su alcuni neurotrasmettitori e da tale azione derivano molte conseguenze come ad esempio una maggiore dilatazione dei capillari della zona dei genitali e un incremento della lipolisi (quindi un diretto effetto sul dimagrimento per chi cerca di perdere grasso).

Nello sport, la yohimbina viene utilizzata poichè attiva al massimo il sistema cardio respiratorio e l’apparato muscolare, rendendo il corpo pronto ad una fuga o ad un combattimento, dove è necessario massimizzare le qualità fisiche (si configura quindi un doppio ruolo energetico e dimagrante allo stesso momento). Non sono al momento presenti dati scientifici uniformi sui dosaggi ottimali e in Italia questo tipo di supplemento non può essere venduto senza ricetta medica.

Perdere grasso con la Yohimbina: ma deve prescriverla il medico

Probabilmente l’elevata efficacia della yohimbina sul dimagrimento, paragonabile ad un farmaco, ha fatto si che tale sostanza si possa vendere nel nostro paese solo attraverso una prescrizione del proprio medico: essa va assunta lontano dai pasti, soprattutto se abbiamo come obiettivo il dimagrimento.

Lo yohimbe nello specifico non è ammesso come semplice integratore alimentare, mentre non viene menzionata la forma alfa della yohimbina nè la pianta da cui derive, nell’elenco degli psicotropi secondo le normative attuali.

Per quanto riguarda questi effetti psicoattivi (che si possono verificare in caso di sovradosaggio) possono provocare tachicardia, ipertensione, difficoltà a prendere sonno, mal di testa, ansia e nei casi più severi anche allucinazioni o attacchi di panico.

Si suggerisce di aumentare gradualmente la somministrazione, partendo da dosaggi più bassi di 4 volte rispetto il quantitativo finale. Quando si assume yohimbina per perdere grasso è importante evitare cibi che contengono in modo particolare la tiramina (formaggi, insaccati, vino) e farmaci tranquillanti o antibiotici, antidepressivi, antistaminici e trattamenti allopatici per il diabete.

Per massimizzare l’efficacia di questo integratore è opportuno ricordare quanto segue: per perdere grasso dobbiamo affidarci non solo ai supplementi alimentari ma pianificare una dieta e un allenamento adeguati. Se non si rispetta il principio del bilancio calorico negativo, non dimagriremo di un solo etto: cosa significa? Semplicemente che dobbiamo assumere meno calorie di quelle che bruciamo, risultato ottenibile diminuendo le calorie dal cibo o aumentando quelle consumate con una maggiore attività fisica ad esempio.