I pettorali stanno alla canotta dei palestrati come le tette finte ai décolleté delle donne. Quanto conta l’apparenza nella società?

- Scritto da in Notizie e Novità

I pettorali stanno alla canottiera dei palestrati come le tette rifatte stanno ai décolleté delle donne. Come in matematica, anche nella vita di tutti i giorni si possono creare infinite e bizzarre equazioni. Vi chiederete, perché proprio questa? Bene, andiamo per gradi. Il tema di oggi è venuto fuori da una questione che ci sta molto a cuore, quella dell’apparenza. Non stiamo parlando solo della smania di avere un fisico invidiabile, tonico e muscoloso, perfetto come quello di Barbie, Ken e compagnia bella, ma anche del desiderio ossessivo-compulsivo di mostrarsi – agli occhi degli altri – sempre in splendida forma, e a volte diversi da quello che si è realmente. Tutti sappiamo che, nella nostra società iper occidentalizzata, il detto “l’abito non fa il monaco”, che in molti spiattellano in faccia ai propri interlocutori ogni qual volta la conversazione tocca questi temi “delicati”, è una delle ipocrisie che più ci caratterizza. Perché, nel 2014, “l’apparenza vale (quasi sempre e a torto) più della sostanza”. Altro che veste monacale a nascondere le sette meraviglie.

read more

Leggi tutto »

Kamasutra, tra le cinque posizioni più rischiose c’è quella del culturista

- Scritto da in Culturismo Notizie e Novità

Oggi abbiamo deciso di trattare un argomento che – non ho dubbi – interesserà a svariati lettori: il Kamasutra. Già alla prima riga di testo vi starete chiedendo: e che c’entra questo con un blog che parla di bodybuilding, salute, alimentazione e integrazione sportiva? Osservazione corretta. Non c’entrerebbe nulla, se non fosse che, nel testo indiano più famoso di tutti i tempi, esiste una “figura” che potrebbe fare al caso nostro. Lo sapevate infatti che, tra le svariate posizioni contorte e quantomai faticose del Kamasutra, esiste quella del culturista? E, pensate un po’, è annoverata tra le cinque posizioni più pericolose spiegate nell’opera (sia per l’uomo che per la donna).

read more

Leggi tutto »

Fenomeno Eva Andressa, la sexy musa del fitness è made in Brasile

- Scritto da in Notizie e Novità Sport

Sguardo accattivante, seno esplosivo, addominali super scolpiti, glutei al top… E non un centimetro del corpo che non sia tonico al punto giusto (se non di più). Per chi ancora non conoscesse – ma dubito – la “proprietaria” di questo fisico al cardiopalma, stiamo parlando di Eva Andressa, modella brasiliana classe 1984, oggi considerata dai molti una sexy musa in materia di fitness: quattro milioni di seguaci su Facebook e un canale YouTube personale, che sta riscuotendo un enorme successo tra gli internauti. Il tutto, costruito per dispensare consigli ginnici, su come tenersi in forma e avere… un corpo come lei, che, diciamolo, non è da tutti. Insomma, giustificati tutti coloro che, nel vedere le sue foto, rimarranno incantati da cotanta bellezza e carnalità. L’unica mancanza di madre natura? Il seno, al quale ha rimediato degnamente il chirurgo estetico, e su cui Andressa non manca di ironizzare e giustificare la scelta del silicone: «Come tutte le brasiliane, ho un sedere molto pronunciato, e gambe forti: il seno piccolo toglieva simmetria al mio fisico».

read more

Leggi tutto »

Cook&Terry, cosa succede se due culturisti si trovano nella stessa sala pesi?

- Scritto da in Culturismo Notizie e Novità Sport

Cosa accade quando due cultori della forma fisica decidono di passare qualche ora insieme? E, soprattutto, cosa succede quando, a incontrarsi, sono due professionisti della categoria physique maschile IFBB? Semplice… Succede che, per forza di cose, ci scappa l’allenamento di coppia. E il tripudio di muscoli è assicurato. Il duetto in questione è formato da Steve Cook e Ryan Terry, e la rivista di settore Muscle&Fitness non si è fatta scappare l’occasione di correre a dare un’occhiata “all’evento”. Perché certo non capita tutti i giorni di vedere allenarsi insieme due fisici di questa portata, due agonisti all’apice della loro carriera. Ma parliamo di loro… Steve Cook, americano classe 1984, lo scorso autunno ha preso parte alla prima gara di physique maschile del Mr. Olympia; il venticinquenne britannico Ryan Terry ha invece vinto il titolo di physique all’Arnold Classic Europe e ai British Championships.

read more

Leggi tutto »

Wrestling in lutto. Muore, all’età di 54 anni, “The Ultimate Warrior”

- Scritto da in Notizie e Novità Sport

Il mondo del wrestling piange uno dei suoi più amati campioni. È morto, all’età di 54 anni, “The Ultimate Warrior”, James Hellwig (Indiana, 16 giugno 1959), una delle stelle della Hall of Fame of the World Wrestling Entertainment, l’elenco che ricorda i più famosi e potenti lottatori di tutti i tempi. A dare l’annuncio ufficiale della scomparsa del campione è stata la WWE sul suo stesso sito, dopo che alcuni rumors avevano fatto il giro della rete, tanto da far pensare, inizialmente, a una bufala come tante. Non ancora rese note le cause del decesso. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, si legge in alcune testate Usa, il wrestler avrebbe avuto un attacco cardiaco mentre si trovava all’esterno di un hotel dell’Arizona insieme alla moglie. Ma è ancora tutto da verificare.

read more

Leggi tutto »

British Grand Prix, giornalista si eccita durante l’intervista a un bodybuilder

- Scritto da in Culturismo Notizie e Novità Sport

Il sito di Liveleak, per chi non lo conoscesse e decidesse da oggi di consultarlo una tantum, ogni giorno sforna una certa quantità di video (alla stregua di YouTube), di tutti i generi e di ogni dove. Filmati divertenti in veste “paperissima” o immagini-denuncia mirate a far riflettere, che vengono spesso ripresi dai siti web dei nostri quotidiani più popolari, per ricavarne notizie curiose da posizionare nella categoria “oltre il confine nazionale”. Questa mattina, dando un’occhiata a cosa il sito poteva riservare per noi, abbiamo pescato questo filmato, non tanto divertente nella forma e nell’argomento, quanto nella sostanza. Il video in questione (pubblicato anche su YouTube) si intitola: Reporter lady had a little ladyboner during the interview with bodybuilder guy, che tradotto in italiano significa “una giornalista si è eccitata durante un’intervista a un bodybuilder. E sinceramente… noi di NutritionCenter potevamo non proporvelo?

read more

Leggi tutto »

Dieta e stranezze, “Dimasniff”, chi vuole dimagrire deve sniffare escrementi

- Scritto da in Alimentazione Dimagrimento Notizie e Novità

Siamo in aprile. Il clima, a sprazzi, è quello primaverile. Sole quanto basta per farci pensare all’estate alle porte. E ansia – più del quanto basta – per farci pensare alla prova costume. Proprio in questo periodo impazzano le diete più svariate e si tenta di mantenere sotto controllo il proprio peso corporeo. Abbiamo parlato in precedenza della “dieta del cavernicolo” (un periodo di abbuffate seguito da uno di digiuno). E se questa vi era sembrata bizzarra, non so se avete mai saputo dell’esistenza di quella “della puzza” (DimaSniff). Nessuno scherzo. Questa è una “dieta” che consiste nell’utilizzo di uno spray nasale all’odor di escremento “da consumare prima dei pasti”. Un metodo che certo ci farà passare la voglia di cibarci, o comunque calerà lo stimolo del nostro appetito. Leggere di queste cose – di questi “farmaci” alternativi – porta a una sola riflessione: la mente umana è talmente masochista da architettare idee diaboliche pur di rispecchiare i canoni imposti dalla società (bello-magro-desiderabile e via discorrendo). Perché, diciamolo, se fosse solo per una questione di salute, nessuno metterebbe in dubbio tutte queste dure prove o nuove tendenze alimentari. Il problema è che questo peso-forma è difficile da raggiungere. Come la famosa bistecca che i cani in addestramento tentano invano di acchiappare, che si sposta, ogni metro, sempre più lontano. E noi esseri umani non ci arrendiamo. Spendiamo soldi in farmaci, creme, massaggi, dietologi. Ancora non abbiamo inventato un marchingegno che ci fulmina con scosse elettriche ogni qual volta apriamo il frigorifero o la dispensa porta-cibo, ma poco ci manca.

read more

Leggi tutto »