Ornitina per bodybuilder, più massa e meno fatica

- Scritto da in Integratori
ornitina massa e resistenza

L’ornitina è un importante amminoacido che viene prodotto insieme all’urea durante la reazione tra L-arginina ed enzima arginasi: questo processo, detto ciclo dell’urea, consente l’eliminazione delle molecole di azoto in eccesso che possono essere tossiche.

L’aminoacido ornitina non è coinvolto in maniera diretta nella sintesi di nuove proteine; tuttavia i suoi effetti sono molto rilevanti per la salute del nostro organismo e appaiono simili a quelli dell’arginina, pur avendo una efficacia in apparenza anche maggiore. Insieme all’aspartato infatti funziona come potente disintossicante per l’ammoniaca e favorisce secondo alcuni studi, anche la cicatrizzazione delle ferite.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

OKG+ Ornitina 50cpsOrnitina OKG 60cprBull GHA 100cps

Ornitina e ormone della crescita

Da diversi decenni ormai gli integratori di ornitina spopolano nel bodybuilding e in generale nell’ambito delle palestre: questo aminoacido libero non si trova comunemente negli alimenti che contengono molte proteine ma, come abbiamo anticipato, è il corpo stesso che lo produce a partire dall’arginina. Il ciclo dell’urea, di cui l’ornitina risulta un prodotto metabolico, previene l’aumento dell’ammoniaca che si verifica in misura maggiore durante l’attività fisica, in concomitanza alla sensazione di fatica.

Il principale motivo per cui l’ornitina è apprezzata è comunque il suo ruolo come stimolatore dell’ormone GH, il noto ormone della crescita. Si nota infatti presenza di ornitina in un numero sempre più elevato di supplementi sportivi, sia stimolatori del GH, sia anche quelli che favoriscono il rilascio dell’ossido nitrico (importante vasodilatatore).

Ornitina e arginina: sinergia per la crescita muscolare

Numerose ricerche (e ognuno potrà verificarlo sperimentando in prima persona) hanno evidenziato la sinergia tra ornitina e arginina nell’ambito della crescita muscolare. L’arginina infatti potenzia gli effetti dell’ornitina sulla secrezione dell’ormone GH: secondo la letteratura scientifica la combinazione ideale è 1 grammo di ornitina e 1 di arginina per incidere sulla forza e sulla massa magra in un breve arco di tempo, caratterizzato da un allenamento con i pesi.

Ornitina per contrastare l’affaticamento muscolare

Uno studio suggerisce una importante applicazione dell’integratore di ornitina per contrastare l’affaticamento muscolare, garantendo un allenamento più performante. Due gruppi di culturisti, uomini e donne, sono stati trattati rispettivamente con un placebo e un integratore di ornitina (2 grammi al giorno per 8 giorni). Dopo una settimana, quelli che hanno assunto ornitina hanno registrato maggiori livelli nel sangue di urea e ornitina, suggerendo un miglioramento nel ciclo dell’urea, l’aumento del GH e una minore presenza di ammoniaca.

Un altro aspetto da considerare in questa ricerca, ha rilevato che chi ha assunto ornitina presentava più aminoacidi ramificati del gruppo placebo: probabilmente grazie a questa concentrazione, si innesca un ulteriore meccanismo che contrasta l’affaticamento muscolare. I BCAA competono con l’aminoacido triptofano per accedere al cervello, soprattutto durante un allenamento intenso: se ci sono più BCAA allora meno triptofano potrà arrivare al sistema nervoso, e se si considera che questo aminoacido “attiva il senso di stanchezza e rilassamento” si comprende come questa condizione possa sicuramente migliorare la prestazione fisica.

Riassumiamo le proprietà dell’ornitina nel seguente schema:

  • incentiva la secrezione dell’ormone della crescita GH
  • riduce l’ammoniaca a livello ematico, attenuando fatica e stanchezza
  • non stimola la produzione di insulina
  • in sinergia con l’arginina migliora la secrezione di GH, IGF1, per risultati in termini di forza e massa magra