La salute non vien bevendo. Alcolici? Più dannosi della cioccolata

- Scritto da in Salute

Vi ricordate Bridget Jones, la costante “lotta” contro i chili di troppo e le sue disavventure sentimentali, che sfociavano immancabilmente in una qualche abbuffata? L’anti eroina del grande schermo, star di figuracce e pasticci, era solita ricorrere a cioccolato e gelati ogni qual volta la sua vita amorosa andava allo scatafascio. Alcuni ricercatori britannici hanno obiettato: non sono gli snack dolci la più grande tentazione. Sarebbe infatti l’alcol, invece di cioccolato e biscottini, a portare in caduta libera la propria dieta, compromettendo la salute e facendo aumentare quei chili di troppo che, con l’avanzare dell’età, sono difficili da eliminare.

Lo studio inglese è stato condotto su ottanta individui (tra uomini e donne che stavano cercando di perdere peso), a cui è stato chiesto di tenere sotto controllo, inserendo i dati sul cellulare come una sorta di diario di bordo elettronico, le proprie voglie giornaliere. Il risultato? Nel corso di una settimana, in media, la dieta è stata trasgredita undici volte. A fine serata, quando lo stress accumulato durante la giornata si fa più pesante, sia gli uomini che le donne sono più tentati di aprirsi una bottiglia di vino o rinchiudersi in un pub, piuttosto che darsi agli spuntini zuccherati, senza sapere in realtà quante calorie contengano gli alcolici e come possano danneggiare la salute e il benessere fisico. I ricercatori dell’Università di Birmingham hanno infatti ipotizzato che le persone sono portate a sottostimare l’apporto calorico dei propri cocktail, rispetto a quello del cibo. Per fare un esempio… due bicchieri di vino bianco faranno ingurgitare un quinto delle calorie raccomandate a una donna durante il giorno. Con questo non significa però che le tentazioni vadano eliminate tutte contemporaneamente. Il dottor McKee, uno degli autori dello studio, raccomanda: «Quando si cerca di stare attenti alla propria dieta, non si deve rinunciare a tutte le voglie in una sola volta. Spesso, a gennaio, molte persone tendono a rinunciare a dolci, cioccolata, alcol e via dicendo. Questo sforzo è troppo grande per il proprio autocontrollo e rende molto più probabile la trasgressione».