La differenza tra lavoro aerobico e anaerobico

- Scritto da in Domande Frequenti Salute Sport
benefici palestra testosterone

Dedichiamo questo breve approfondimento ai neofiti, perchè è molto importante avere le basi per conoscere la differenza tra attività aerobica e anaerobica: questo dualismo è fondamentale per la buona riuscita di tutti gli obiettivi atletici ed estetici e la sinergia di entrambi gli allenamenti porta più velocemente all’ottenimento dei propri traguardi.

Comprendere in maniera semplice cosa cambi fra questi due meccanismi infatti consente anche di definire le tempistiche da spendere nelle diverse attività, siano la bicicletta oppure il sollevamento pesi. Se hai quindi l’intenzione di cominciare un regime di allenamento per te nuovo, documentati e chiedi consiglio ad un preparatore atletico in maniera da evitare i classici errori del fai da te.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Cyclodrol 750 100cpsWhey Force Isolate 4kgRam 1000 Bcaa 500cps

L’esercizio aerobico coinvolge solitamente tutto il corpo mentre quello anaerobico si rivolge prevalentemente a singoli gruppi muscolari.

Attività aerobica: in cosa consiste

Cominciamo analizzando l’esercizio aerobico, un’attività che privilegia il movimento di braccia e gambe ed in cui i muscoli sono utilizzati nello svolgimento di movimenti ripetitivi e continui. Il movimento aumenta il battito cardiaco e accelera la respirazione consentendo di allenare la resistenza fisica. Il termine aerobico indica proprio la presenza di ossigeno quindi questo tipo di esercizi utilizza l’ossigeno per l’ossidazione dei grassi e dei carboidrati in maniera da ottenere energia subito disponibile.

In questo caso parliamo anche di metabolismo aerobico. Tra le attività che rientrano in questa categoria di attività fisica troviamo la camminata, la bicicletta, così come movimenti che si compiono normalmente come ad esempio la salita di una scala. Una categoria più intensa di attività aerobica include ad esempio il trekking, il nuoto, mentre per gli esercizi più faticosi possiamo ricordare il tennis, il ciclismo, la pallanuoto.

Sforzi ad alta intensità ma breve durata: l’attività anaerobica

L’esercizio anaerobico è un’attività piuttosto intensa che determina la formazione degli ioni lattato ed è sfruttato negli sport con l’obiettivo di promuovere la forza, la potenza, la velocità, come accade anche nel culturismo che ha l’obiettivo ultimo di costruire più massa muscolare.

Con l’esercizio anaerobico il fisico viene portato a prestazioni più elevate, in attività di durata inferiore ma elevata intensità (rispetto all’aerobico); parliamo di attività che durano da alcuni secondi fino a circa un pari di minuti.

Questo genere di sport aiuta la costruzione della muscolatura con brevi periodi di attività fisica intensa come il sollevamento di un peso o le flessioni. Grazie a tale esercizio si costruisce il muscolo-scheletrico, aumentano i livelli della forza e delle resistenza e sfruttando la gravità, il peso del corpo, delle macchine e degli attrezzi.

L’attività aerobica aiuta anche a rinforzare il muscolo cardiaco e a ridurre la frequenza del cuore stesso a riposo. Di solito praticando questo genere di attività fisica si riscontra anche un aumento dei globuli rossi, un migliore utilizzo e distribuzione dell’ossigeno e si incentiva la perdita di peso, soprattutto in abbinamento ad una dieta equilibrata.

I benefici dello sport aerobico e anaerobico

L’esercizio aerobico riduce anche le possibilità di ammalarsi e migliora il sistema immunitario così come la resistenza. I risultati sono differenti a seconda dell’individuo ma la situazione specifica può essere analizzata da un nutrizionista e da un preparatore atletico in maniera da determinare il piano alimentare e di allenamento ad hoc.

Per quanto riguarda invece i benefici derivanti dalla pratica di uno sport anaerobico ricordiamo sicuramente il rafforzamento delle ossa poiché ne aumenta la densità riducendo il rischio di malattie come l’osteoporosi. L’attività anaerobica inoltre migliora la forza dei legamenti, dei tendini e delle articolazioni, prevenendo infortuni e traumi, migliorando la capacità cardiaca e i livelli di colesterolo buono. Anche in questo caso i risultati migliori si ottengono dalla sinergia dell’attività fisica più la dieta e riposo.