La dieta dello yogurt

- Scritto da in Dimagrimento

Lo yogurt è un alimento fresco e parco di calorie, che spesso viene inserito nelle diete dimagranti per aiutare a perdere peso. La dieta dello yogurt fa molto di più, in quanto eleva il prodotto a protagonista assoluto di questo regime alimentare, che si rivela molto restrittivo e che quindi chiede di essere seguito per un periodo massimo di sei giorni di tempo.

yogurtLa dieta prevede che almeno due dei pasti principali, preferibilmente la colazione e il pranzo, siano a base di yogurt magro e di fiocchi di avena, un alimento molto basico che aiuta sgonfiare la pancia e anche a riportare a buoni livelli il ph dell’intestino. Durante il giorno è possibile consumare molta frutta, soprattutto quella rossa che aiuta il drenaggio dei liquidi e quella ricca di acqua che aiuta a idratare l’organismo e a sconfiggere la cellulite e la pelle a buccia di arancia. Alla sera la cena prevede che siano mangiati alimenti super leggeri, come il salmone o altri tipi di pesce cotti alla piastra e la carne magra di pollo e tacchino, accompagnati da abbondanti porzioni di frutta fresca. Il tutto va accompagnato da un abbondante consumo di acqua naturale e con la pratica di fare almeno trenta minuti di attività fisica al giorno per tonificare la muscolatura.

Si tratta di un regime alimentare molto restrittivo, che non prevede la presenza di carboidrati se non nell’avena e che blocca ogni assunzione di zuccheri e insaporitori, tranne qualche spezia che può essere aggiunta alla cena e una spolverata di zucchero di canna che può essere aggiunta allo yogurt per renderlo più gustoso. A conti fatti si tratta di un regime che può essere seguito per un massimo di cinque-sei giorni per non indebolire troppo l’organismo.