Integratori sali minerali: non dimenticarti di loro

- Scritto da in Integratori

Integratori sali minerali, uno dei prodotti universalmente riconosciuti come davvero utili agli sportivi: l’affermazione è valida ma solo quando il lavoro fisico si svolge in determinate condizioni. Innanzitutto, l’integratore salino è efficace per le prestazioni sportive di lunga durata, mentre per gli sport di sprint è praticamente inutile; per quanto riguarda il fattore ambientale, un maggiorato apporto di sali minerali è ideale quando l’attività fisica viene praticata in un ambiente caldo e umido, come una palestra ad esempio.


Basti pensare che un litro di sudore contiene circa 1 grammo e mezzo di sale e non è strano che uno sportivo ne perda anche fino a 3 litri per ogni ora di intensa attività. Un allenamento di quattro ore può portare alla perdita di circa 10/15 grammi di sodio: considerando che l’alimentazione normale ne fornisce circa 6/8 grammi, un supplemento esterno diventa estremamente importante.

Integratori sali minerali: quali sono i più importanti

I sali minerali più importanti sono sodio, potassio e cloro, fondamentali per regolare il passaggio osmotico dei fluidi dentro e fuori le cellule. Mentre la carenza di sodio può essere bilanciata con il normale sale da cucina durante i pasti o aggiunto nella propria borraccia d’acqua, risulta più difficile integrare il giusto apporto di magnesio e potassio con le abitudini quotidiane. L’attività fisica porta l’organismo ad utilizzarne una maggiore quantità e se non avviene una integrazione si può incorrere in sintomi quali l’affaticamento, la nausea, i crampi, il tremore muscolare e addirittura rischiare il collasso cardio-circolatorio.

Il ruolo dei sali minerali è quindi quello di fornire un adeguato rifornimento delle sostanze consumate maggiormente dall’organismo quando è sottoposto ad uno sforzo prolungato e intenso. Ecco uno specchietto dei sali più importanti.

Il ruolo del sodio

  • regola la pressione osmotica cellulare
  • interviene nei processi di equilibrio acido-base
  • contribuisce all’equilibrio idrico
  • interviene nei meccanismi di trasmissione degli impulsi nervosi
  • fabbisogno quotidiano indicativo 2/3 grammi

Una carenza di sodio può provocare iponatremia, una condizione che si verifica quando ad una sudorazione estrema non segue l’adeguato ripristino dei sali perduti.

Il potassio

  • Come il sodio, regola l’osmosi cellulare, nella trasmissione nervosa e interviene nell’equilibrio idrico e in quello di acido base;
  • In aggiunta, contribuisce alla contrazione muscolare, prevenendo crampi e strappi.
  • fabbisogno quotidiano indicativo 3.1 grammi

Il cloro

  • Anch’esso mantiene la pressione osmotica cellulare e interviene nel mantenimento del pH e dell’equilibrio idrico;
  • In aggiunta è sostanza costituente i succhi gastrici (HCl, acido cloridrico)
  • fabbisogno quotidiano indicativo 2/5 grammi

Come assumere integratori sali minerali

L’integratore di sali minerali risulta ancora più efficace se:

  • curiamo l’alimentazione, garantendo all’organismo almeno 5 porzioni di frutta e verdura fresca quotidianamente;
  • beviamo regolarmente acqua, aggiungendo all’occorrenza 1 grammo di sale per ogni litro soprattutto se si tende a bere molto. La temperatura ideale dell’acqua è fresca, indicativamente 10 gradi. È assolutamente errato evitare di bere per paura di ingrassare o per limitare la sudorazione e la perdita di sali: il sudore è fondamentale per mantenere la temperatura corporea ed inoltre l’acqua non apporta alcuna caloria;
  • rispettiamo le dosi indicate sulla confezione dell’integratore;
  • indossiamo un abbigliamento comodo e fresco che consenta l’evaporazione del sudore.