Integratori lipidici: CLA acido linoleico coniugato

- Scritto da in Integratori Notizie e Novità Salute
CLA per palestra, migliorare composizione corporea

Integratori lipidici sono supplementi che contengono molecole di acidi grassi, importanti per la salute e il benessere dell’uomo sia sedentario sia sportivo. L’acido linoleico coniugato è noto anche con la sua sigla CLA ed è un isomero dell’acido linoleico.

Questo acido grasso polinsaturo rientra nella categoria degli omega sei e si differenzia dall’acido linoleico semplice per la posizione di due doppi legami chimici.

In qualità di omega-6 questa molecola migliora alcuni parametri metabolici che riducono il rischio cardiovascolare, tuttavia l’assunzione deve rispettare le indicazioni presenti nelle etichette per garantirne un impatto benefico sulla salute. La giusta dose di omega 6 riesce a diminuire il colesterolo totale, intervenendo in particolare sulla frazione LDL.

Integratori lipidici: cos’è e come si ricava CLA

Il CLA insieme agli altri omega sei e omega tre dovrebbe sostituire i grassi cosiddetti cattivi come quelli saturi, gli idrogenati e i trans:

Viene definito un acido grasso essenziale perché il corpo umano non riesce a sintetizzarlo autonomamente, mancando gli enzimi preposti alla sua sintesi: tali attivi però sono presenti nello stomaco dei ruminanti, poiché alcuni microrganismi riescono ad abilitarne i processi.

La carne e i derivati animali sono quindi alcune fonti di acido linoleico coniugato, tuttavia la maggior parte degli integratori si ricava da prodotti vegetali come l’olio di girasole e di cartamo (un’erba simile allo zenzero).

Come assumere integratori lipidici con acido linoleico coniugato

In un regime di alimentazione equilibrato, la quota di CLA introdotta ogni giorno è stata stimata tra i 20 e i 170 mg, tuttavia per garantire tutti i benefici che tra poco indicheremo, i vari protocolli di integrazione suggeriscono dosaggi più elevati e ritenuti sicuri ed efficaci dalla scienza.

Per quanto riguarda l’ambito clinico, dove i dosaggi risultano quasi sempre di molto superiori rispetto al beneficio salutistico di un individuo sano, questo acido grasso viene utilizzato nel trattamento di patologie trombotiche, cancerogene, diabetiche e immuno depressive.

Il CLA viene usato con successo anche per trattare casi di obesità e tale caratteristica richiama una proprietà di fondo che interessa molto anche l’ambito sportivo.

Anche se la maggior parte della letteratura che abbiamo a disposizione ha valutato prevalentemente modelli sperimentali, l’efficacia del principio attivo è stata frequentemente osservata anche in numerosi casi clinici, secondo la valutazione caso per caso del medico curante.

Più massa e meno grasso con gli integratori lipidici di CLA

Per quanto riguarda nello specifico la composizione corporea, questo acido grasso è diventato un prodotto estremamente ricercato nella dietetica sportiva, per la sua capacità di migliorare il rapporto tra massa magra e grassa a favore della prima. Tale sostegno ad un aumento della massa muscolare rispetto al tessuto adiposo andrebbe accompagnato da un dosaggio individuato in maniera personalizzata per ogni soggetto.

Si consiglia di leggere attentamente le istruzioni presenti su ogni etichetta, tuttavia per avere un’indicazione di massima, la letteratura scientifica sportiva suggerisce un dosaggio giornaliero tra i 2 e i 6,4 g di acido linoleico coniugato.

Il quantitativo che consente di ottenere risultati migliori si aggira intorno ai 3,4 g, senza mai superare 0,1 g per ogni chilo di peso al giorno.

Per via della struttura molecolare, gli esperti consigliano di assumere questo prodotto durante i pasti per migliorare la capacità del nostro corpo di assorbirlo e di suddividere il quantitativo giornaliero in almeno 3 somministrazioni, compatibilmente con il dosaggio evidenziato nell’etichetta.

In caso di dosaggi particolarmente elevati, di solito superiori a 2 g giornalieri, oppure in caso di bassa tolleranza individuale, si possono verificare reazioni a livello gastrointestinale. Si consiglia di non utilizzare questo prodotto in caso di patologie renali o epatiche, ipertensione e ipersensibilità al principio attivo.