Integratori glutammina e OKG nello sviluppo muscolare

- Scritto da in Culturismo Integratori Salute Sport
cronodieta e dimagrimento

Uno degli integratori che sta destando maggior interesse nell’ultimo decennio è sicuramente la glutammina, un aminoacido dalle enormi potenzialità. È definito come un aminoacido non essenziale dato che il nostro organismo è in grado di sintetizzarlo, tuttavia la realtà è che spesso si trascura la sua integrazione con la convinzione di poterne produrre autonomamente una quantità idonea al proprio fabbisogno.

Questo può essere vero per chi conduce una vita sedentaria tuttavia non può esserlo per l’atleta. La glutammina infatti rappresenta da sola ben il 65% di tutti gli aminoacidi muscolari ed è quello che predomina nel sangue e nel liquido cerebro spinale.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Gaspari Glutamine 300grAmino Decanate 360grGluta Kyowa 200 gr

La glutammina infatti è l’unico aminoacido capace di superare facilmente le membrane che rivestono il cervello e il midollo per essere poi trasformata in acido glutammico che funziona come carburante per la lucidità mentale, la concentrazione e la capacità di elaborazione dei pensieri.

Integratore glutammina: tutti i benefici, anche per gli sportivi

La glutammina infatti disintossica il nostro organismo dall’ammonio che porterebbe il corpo ad uno stato di assopimento continuo quando presente in grandi quantità. Inoltre la glutammina aiuta il cervello a migliorare il metabolismo degli zuccheri e ad offrire un maggiore senso di sazietà, aspetto importante in caso di dieta. Anche il sistema immunitario trova vantaggi da una integrazione di glutammina.

Lo stress fisico indotto dagli esercizi più intensi sembra essere una delle cause responsabili della diminuzione dei livelli di glutammina nel nostro organismo: lo stress aumenta i livelli di cortisolo che all’inizio può essere un incentivo per promuovere la presenza della glutammina ma successivamente ne causa il depauperamento.

La pratica dello sport inoltre aumenta il lavoro dei reni per conservare l’omeostasi complessiva: i reni infatti in queste condizioni devono produrre nelle urine molta più glutammina così come numerosi studi scientifici hanno dimostrato. Si notava in tali indagini che le prestazioni degli atleti diminuivano in proporzione al calo dei livelli di glutammina stessa ed inoltre la guarigione dal sovrallenamento si verificava in concomitanza ad un ritorno della glutammina ai propri valori iniziali. Ecco perché la presenza di questo aminoacido nel sangue è un ottimo indicatore dello stress indotto dall’attività fisica.

Molti studi confermano come un supplemento di glutammina durante e dopo gli sforzi possa rallentare il catabolismo delle fibre e migliorare la sintesi proteica, attenuando le oscillazioni della glicemia provocate dall’insulina.

La glutammina può essere assunta in un dosaggio di 5 g durante l’attività fisica e altri 5 g al termine della stessa, per migliorare la sintesi proteica anche in associazione ad una porzione di creatina.

Integratore OKG: come utilizzarlo al meglio in palestra

Per quanto riguarda l’ornitina achetoglutarato più semplicemente indicata come OKG, si tratta di un composto che esplica funzioni di importanza vitale costituendo una sorta di riserva e di molecola trasporatatrice della glutammina.

Essa svolge un’attività anticatabolica, impedisce la perdita di miosina muscolare consentendo al muscolo contrazioni più efficienti e migliorando anche la risposta del nostro fisico a situazioni particolarmente stressanti non solo dal punto di vista atletico ma anche a seguito di interventi chirurgici, migliorando e accelerando il ripristino delle normali funzioni.

Questa molecole denota capacità energetiche, migliorando l’utilizzo degli aminoacidi ramificati e della vitamina B6, promuove la sintesi del glucosio a partire da molecole non glucidiche e innesca il ciclo di Krebs (che riguarda l’utilizzo dell’ossigeno nei processi di respirazione delle cellule).

Questa molecola può essere utilizzata in ambito sportivo per prevenire la degradazione delle fibre muscolari e contrastare lo stress sia mentale che fisico provocato dall’attività fisica sia di forza che di resistenza, promuovendo effetti anabolizzanti e lipolitici. Può essere integrata nella misura di 2 g da assumere a stomaco vuoto in due somministrazioni, una post-workout e una prima di addormentarsi.