Integratori dieta ipocalorica: quali utilizzare per dimagrire senza stress

- Scritto da in Dimagrimento
integratori per dieta ipocalorica

Gli integratori dieta ipocalorica possono aiutare a dimagrire e tenere alto l’umore, sia perchè agevolano il raggiungimento del nostro obiettivo, sia perchè intervengono positivamente sul livello di stress. Quando siamo a dieta, specialmente per periodi prolungati, sperimentiamo sistematicamente una limitazione in quello che di buono vorremmo mangiare con conseguente stress.

Vediamo quindi come alcune sostanze possono essere utili sia nell’incentivare la degradazione del tessuto adiposo, sia nell’evitare che insieme a detto tessuto vengano demoliti anche i muscoli e sia nel ridurre lo stress che è facilmente indotto dalle restrizioni alimentari.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Caffeina Force 250cpsUltra Ripped 90cpsCarniforce 100cps

Integratori dieta ipocalorica: caffeina e carnitina

La caffeina è una sostanza precorritrice delle catecolamine ed in particolare dell’adrenalina, che oltre ad accelerare il metabolismo (come adrenalina e noradrenalina) va ad inviare determinati segnali metabolici nella citomembrana dell’adipocita, (cioè la cellula che contiene il grasso). Tali messaggi chimici sono indispensabili per l’attivazione della lipolisi e la conseguente degradazione dei trigliceridi.
Un’altra proprietà della caffeina che la rende particolarmente utile in un regime di dieta è l’impatto che ha sui livelli di stress: secondo diversi studi, essa interviene come bloccante di alcuni recettori nervosi responsabili dello stress cronico e della depressione.

La carnitina è in grado di migliorare le funzioni cognitive, la memoria e l’umore. Inoltre, anche in sinergia con la caffeina, è un valido strumento per il dimagrimento grazie al suo potenziale brucia grassi che interviene senza attaccare la massa muscolare. La carnitina agisce veicolando gli acidi grassi verso i mitocondri, dove vengono convertiti in energia per mezzo dell’ossidazione lipidica: questa attività è importante, perchè da soli gli acidi grassi (si parla di quelli a lunga catena) non possono penetrare la barriera fosfolipidica del mitocondrio, dove vengono trasformati in glucosio: questo si traduce in due differenti effetti, più veloce smaltimento dei grassi rilasciati nel flusso ematico e sostegno alla prestazione energetica soprattutto in carenza dei carboidrati.
Inoltre, la carnitina (soprattutto nella sua versione acetilata) ha una forte componente antiossidante a carico dei tessuti ad alta energia come quelli muscolo-scheletrici e cardiaci. Non ultimo, il fatto che la stessa composizione a base di carnitina è uno dei pochi mezzi attraverso i quali il cervello può rifornirsi del suo principale carburante, gli acidi grassi.

Inibire l’appetito e controllare la proteolisi con integratori dieta ipocalorica

Il citrum aurantium, estratto dall’arancio amaro è un simpaticomimetico inibitore naturale dell’appetito che comporta due diversi risultati: più facile raggiungimento del bilancio calorico negativo e minor stress indotto dalle restrizioni alimentari della dieta ipocalorica necessarie per dimagrire. Da qui si può anche ipotizzare un effetto anticatabolico indiretto che, se sei un atleta attento, potrai anche coadiuvare direttamente, per mezzo del seguente ingrediente, la fosfatidilserina.

La fosfatidilserina è un fosfolipide che oltre ad essere uno dei costituenti base delle citomembrane cellulari rappresenta una efficacissima soluzione per inibire ma non azzerare completamente la produzione di cortisolo. Il cortisolo è un ormone proteolitico che viene secreto in condizioni di elevato stress psicofisico, proprio come quello indotto sia dal pesante allenamento e alla lunga, ancor di più, dalla dieta ipoglucidica e ipocalorica.

Riassumiamo infine le caratteristiche fondamentali degli integratori dieta ipocalorica:

  • aiutano il dispendio calorico facilitando il dimagrimento
  • veicolano i grassi nel sangue, velocizzandone l’utilizzo a scopi energetici
  • riducono lo stress indotto dalla dieta prolungata
  • evitano che insieme al grasso vengano demoliti anche i muscoli