Integratori alimentari senza glutine e lattosio per una digestione perfetta

- Scritto da in Salute

Integratori alimentari senza glutine e lattosio sono sempre più richiesti, soprattutto nell’ultimo decennio, quando questi ingredienti hanno iniziato a diventare una delle più diffuse cause di allergie e intolleranza alimentare, a tutte le età. L’assunzione di lattosio e glutine, pur avendo anche altri effetti collaterali secondari, rende in primo luogo difficoltosa la digestione, vanificando o quantomeno ostacolando l’assimilazione degli altri nutrienti provenienti dal cibo o da un supplemento. Di qui si comprende come mai anche gli sportivi facciano sempre più attenzione alle etichette, per scongiurare effetti indesiderati e ottimizzare i risultati della fatica in palestra e della dieta regolare.

Integratori alimentari senza glutine: perchè meglio evitarlo

Il glutine è una lipoproteina presente in cereali come il frumento, il farro, orzo e segale: la frazione proteica della prolamina rappresenta la tossina per il soggetto celiaco ma oltre questa allergia sempre più diffusa, è anche la causa di intolleranze consapevoli e non. Il glutine infatti è una sostanza collosa che rallenta la digestione, attaccandosi alle pareti dell’intestino. Le lectine e i fitati limitano (fino all’impedimento) la corretta assimilazione delle sostanze nutritive di frutta e verdura, in particolare l’assorbimento dei minerali. Il glutine però è difficile da abbandonare, soprattutto per chi non sperimenta particolari effetti collaterali: questo perchè nelle sue molecole sono presenti peptidi oppioidi che creano dipendenza. L’80% circa delle persone crea un set di anticorpi proprio contro le proteine del glutine e spesso si fatica a riconoscere in questo la casa dei propri malesseri. Anche il sistema immunitario viene ostacolato dal glutine, per via della carenza di minerali e dell’azione ostruttiva verso l’intestino.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Iso+ Vegetarian 2kgProtein Isolate 2840gAll In One Meal 1040g

Chi non volesse rinunciare a pasta, pizza e affini, potrà ad ogni modo rivolgersi a prodotti contenenti farine senza glutine, come il grano saraceno, il riso, il mais, il miglio, i legumi, le castagne, la manioca, l’amaranto… fortunatamente la scelta è molto ampia. Attenzione infine alle etichette: la maggior parte dei prodotti confezionati riporta che possono essere presenti tracce di glutine e attenzione anche al seitan, che a dispetto della sua fama è tutt’altro che salutare, essendo praticamente costituito da glutine allo stato puro.

Integratori alimentari senza glutine e lattosio: migliora la tua digestione

L’intolleranza al lattosio si spiega biologicamente con una carenza dell’enzima lattasi, sostanza deputata alla digestione di questo zucchero presente nel latte animale, compreso il latte materno della donna. In realtà non c’è da sorprendersi se molti adulti manifestano questa intolleranza, se si considera che il latte è un alimento normalmente destinato al periodo dello svezzamento, ma che l’uomo per qualche atavica abitudine ama consumare anche durante il resto della vita (e per di più di altre specie, esempio unico nel regno animale).

Consumando alimenti contenenti lattosio, la deficienza di questo enzima causa problemi intestinali, come meteorismo, crampi, diarrea ma può avere anche ripercussioni sulla salute della pelle (orticaria, rash cutanei…) e delle tonsille. C’è comunque da evidenziare che le soglie di tolleranza variano da individuo a individuo, che può manifestare in maniera più o meno accentuata i sintomi precedentemente elencati.