Integratore vitamine gruppo B per sportivi, ecco perchè è importante

- Scritto da in Integratori Notizie e Novità
integratore vitamine gruppo B

Un integratore vitamine gruppo B è un supplemento di micronutrienti essenziali per la vita e la salute umana, tant’è che una loro carenza può comportare disturbi e patologie di varia entità. Scoperte alla fine del 1800, le conoscenze sulle vitamine B sono notevolmente aumentate ma numerose sono ancora le ricerche scientifiche dedicate ad approfondirne le proprietà e le potenzialità sul benessere dell’uomo.

Le vitamine del gruppo B sono dette vitamine energetiche e già da questa prima definizione possiamo intuire l’importanza di una loro assunzione da parte di chi pratica sport, soprattutto a livello intenso. Esse infatti non forniscono energia in via diretta ma fanno in modo che tutte le funzioni biologiche ed il corpo siano adeguatamente e continuamente riforniti del carburante necessario ad espletare il movimento e tutte le attività correlate.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Vitamin B-Complex 60cpsB Complex 60cpsVita B Complex 100cps

Queste vitamine hanno la caratteristica di essere solubili in acqua e a differenza dei micronutrienti liposolubili non possono essere immagazzinate nel nostro corpo e vengono espulse facilmente con le urine. Risultando impossibile farne scorta man mano che si assumono, è quasi impossibile il rischio di ipervitaminosi: il nostro organismo utilizza solo la quantità necessaria e il resto viene eliminato.

Integratore vitamine gruppo B e attività fisica

Le vitamine B riducono lo stress da danni ossidativi, partecipano alle attività metaboliche, sostengono le funzioni nervose ed il sistema immunitario: è facile incorrere in carenze di questi nutrienti per i motivi sopra esposti, tuttavia non è semplice riconoscere i sintomi di tale carenza perchè i segnali di solito sono poco specifici (poca energia, malessere generale, fatica a concentrarsi…).

Quando si pratica sport, una carenza di B1, B2 o B6 può influire negativamente sulla performance soprattutto per quanto riguarda l’aspetto della resistenza muscolare allo sforzo. Le vitamine del gruppo B infatti partecipano alle numerose reazioni chimiche che trasformano i carboidrati e i grassi in energia, indispensabile per far funzionare correttamente i muscoli ma anche il sistema respiratorio e cardiaco.

Integratore vitamine gruppo B: quando manca B1 nello sportivo

Gli sportivi ricavano energia soprattutto dai carboidrati assunti con la dieta: quando siamo di fronte anche a una lieve carenza di B1, il processo che trasforma gli zuccher in energia non è più efficiente e si possono manifestare affaticamenti, scarso appetito, debolezza, costipazione, difficoltà ad addormentarsi.

A cosa serve un integratore vitamine gruppo B

Queste vitamine si trovano nella frutta e verdura fresche, ma anche nei cereali integrali e nei derivati animali, tuttavia è opportuno sapere che luce e calore alterano tali nutrienti e quindi i cibi che vanno cotti tendenzialmente contengono meno vitamine B o comunque vitamine B meno efficienti. B1, B5, B6, B8 e B12 soffrono le temperature alte, mentre B2 e ancora B6, B9 e B12 si degradano anche per la sola fonte luminosa. Se non assumiamo abbastanza vdi questi nutrienti dai cibi freschi, un integratore vitamine gruppo B può risultare un efficace aiuto.

Per quanto riguarda la B12, è opportuno approfondire il discorso separatamente: essa propriamente non si trova nè negli animali nè nei vegetali perchè in natura viene prodotta esclusivamente da microorganismi come funghi, batteri ed alghe. I carnivori che vivono in natura assumono B12 nutrendosi degli erbivori che vivono in salute e mangiano in maniera altrettanto salutare, muovendosi sul terreno e nutrendosi di acqua e vegetali. Terra, piante e acqua contengono i microorganismi produttori di B12 ma le piante non producono B12 perchè non hanno tale necessità.

Quindi chi mangia cibi sempre perfettamente puliti e non vive in natura, non può assimilare dall’esterno la B12. La B12 però è naturalmente presente nella flora intestinale di tutti gli animali compreso l’uomo e viene continuamente riciclata nell’ileo. Quindi se il nostro apparato digerente è in salute così come la flora batterica, non serve integrare B12 a prescindere dal proprio tipo di alimentazione (onnivoro, vegano, crudista e quant’altro).

Quindi la B12 si assume dalla carne? Sicuramente non dalla carne che normalmente arriva sulle nostre tavole, quella che proviene da animali cresciuti in gabbia e/o nutriti con cibi che non mangerebbero in natura, cui sono stati somministrati farmaci e altre addizioni innaturali. Il loro stato di salute è molto diverso da quello che avrebbero se vivessero liberi nel loro habitat e l’uomo li andasse a cacciare laddove vivono. Al di là di queste considerazioni, ecco che una carenza di vitamine B e B12 può essere facilmente colmata con un integratore naturale, verificando in primo luogo lo stato della propria salute gastro-intestinale.