Guggulsteroni e perdita del grasso: ecco come funzionano

- Scritto da in Integratori
guggulsteroni per bruciare grassi

Quando si sente parlare di guggulsteroni, qualcuno pensa subito a qualche sostanza proibita o pericolosa perchè il nome ricorda quello del testosterone o perchè si è letta o ascoltata qualche informazione fuorviante. Per prima cosa quindi vogliamo chiarire che i guggulsteroni sono sostanze assolutamente naturali, di origine vegetale, che nulla hanno a che fare con il doping e i farmaci.

Essi non comportano alcuna controindicazione (salvo allergie specifiche a tali sostanze) e sono molto utili per migliorare il benessere personale grazie al loro sostegno nel bruciare i grassi.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

T3 90cpsGuggul Extract 750mg 90cpsGuggulipid 500mg 100cps

I guggulsteroni sono steroli ricavati dalla resina di una pianta desertica che cresce in Iran, India, Egitto e Turchia: questa pianta, la Commiphora Mukul, è nota sin dall’antichità per le proprietà curative racchiuse dalla sua corteccia. Recentemente inoltre si è evidenziato il suo ruolo di sostegno al dimagrimento, che avviene più velocemente nell’ambito di un regime alimentare e sportivo specifico. Questa azione brucia grassi è possibile poichè tale supplemento stimola la tiroide a secernere alcuni ormoni che accelerano il metabolismo.

Guggulsteroni e lipolisi: ecco come sfruttare al massimo questo integratore

Abbiamo detto che i guggulsteroni intervengono naturalmente sulla secrezione di alcuni ormoni tiroidei: si tratta in particolare di un intervento che crea un rapporto favorevole alla perdita di grasso, in merito alla proporzione reciproca tra gli ormoni T3 e T4. Questi due ormoni tiroidei, che sono la tiroxina e la tri-ioditironina, vengono normalmente prodotti a partire dalla tiroide in una misura che nel 90% è relativa al T4, che tra i due è l’ormone meno efficace. Grazie ad una integrazione di guggulsteroni la proporzione si attenua, accentuando la presenza di T3, decisamente più attivo sulla lipolisi. Quindi le conseguenze sono:

  • un dimagrimento più veloce ed efficace, aumentando la secrezione dell’ormone più attivo, il T3
  • più energia disponsibile che sopperisce all’eventuale carenza di carboidrati spesso tipici di una dieta per dimagrire
  • aumento della termogenesi che incrementa il dispendio energetico, facilitando il raggiungimento del bilancio calorico negativo (principio cardine per diminuire la massa grassa).

Come assumere un supplemento di guggulsteroni

Abbiamo compreso come i guggulsteroni incentivino la perdita di peso e la riduzione del grasso, ma è interessante sapere che questo integratore può essere molto utile anche a chi non è sportivo. I guggulsteroni infatti

  • riducono le lipoproteine a bassa densità presenti nel sangue (sostanze che per il 20% contribuiscono a costituire il colesterolo complessivo);
  • migliorano l’elasticità dei vasi sanguigni e quindi la circolazione (effetto detto antiaterogeno);
  • azione anti-infiammatoria.

Per quanto riguarda il dosaggio, la letteratura scientifica sportiva individua alcune modalità e quantità benefiche sia sulla prestazione fisica, sia sullo stato di salute. Si parla di 30 milligrammi al giorno, da suddividere in tre differenti somministrazioni e da consumare ciclicamente. Un ciclo deve durare 2 o al massimo 3 mesi.

Sono numerosi gli studi che hanno confermato che in misura inferiore questi supplementi non comportano un miglioramento generale a livello di salute, nè manifestano il loro potere dimagrante.

A questo punto riassumiamo brevemente le proprietà dei guggulsteroni:

  • i guggulsteroni sono estratti da una resina di una pianta, sono quindi completamente vegetali
  • non vanno confusi con farmaci o sostanze dopanti e proibite
  • incrementano la secrezione dell’ormone T3
  • aumentano la termogenesi
  • sostengono la lipolisi per un efficace effetto brucia grassi
  • sostengono la funzione cardiaca
  • funzionano come anti infiammatorio
  • migliorano la circolazione.