Gli unici 9 motivi validi per saltare un allenamento!

- Scritto da in Culturismo Notizie e Novità Sport

Se sei vicino al sovrallenamento, la scelta di saltare l’appuntamento con la palestra può essere un’opzione intelligente, tuttavia ci sono altre motivazioni valide per stare a riposo. Nel mondo della palestra spesso si sente dire che più si fa e meglio è: per questo è semplice cadere nell’overtraining! Non si tratta di promuovere la pigrizia ma di  enfatizzare il fondamentale concetto per cui i giorni di riposo sono necessari per raggiungere qualsiasi obiettivo fisico.

Saltare un allenamento per…aiutare la crescita muscolare

1. In primo luogo considera che la muscolatura cresce solamente quando non ti alleni: l’allenamento con i pesi causa dei piccoli traumi alle fibre muscolari che si riparano solo durante il periodo di recupero ed è proprio questo processo di riparazione che rende i muscoli più forti rispetto a prima. Se quindi da una parte è fondamentale lavorare con impegno in palestra è altrettanto importante concedersi i giusti tempi di recupero per costruire la muscolatura. In genere il momento giusto per cominciare ad allenarsi è segnato dalla scomparsa dei vari indolenzimenti post workout.

Evitare il sovrallenamento per incentivare il dimagrimento

2. Il sovrallenamento può essere un ostacolo anche alla perdita di peso: allenarsi troppo spesso o con troppa intensità può indurre anche un effetto opposto ai propri obiettivi perché il nostro corpo attraverso un processo di adattamento e protezione può decidere di fermare il dimagrimento e addirittura iniziare ad invertire il processo.

3. Allenarsi troppo inoltre può causare degli squilibri ormonali, temporanei o cronici e questo può determinare una inibizione della fertilità e una perdita precoce della massa ossea, rendendo il corpo più debole e soggetto agli infortuni.

Qualità del sonno e umore: ecco perchè serve saltare un allenamento

4. Anche la qualità del sonno può trarre giovamento dal giorno di pausa: se ti stai allenando troppo e nonostante la stanchezza non riesci a dormire, prescriviti un giorno di assoluto riposo o qualche attività alternativa che distragga sia la mente che il corpo.

5. Allenarsi troppo frequentemente può alterare l’umore: è vero che l’esercizio fisico funziona come potente antidepressivo ma fare troppo sport può generare l’effetto contrario e indurre ansia.

6. Se ti fermi hai paura di prendere peso? Più esercizio fisico significa avere più appetito perché il corpo richiede maggiore energia per sostenere lo sforzo: la fame però varia (anche) in proporzione al programma di allenamento. Se il workout sarà più leggero produrrà anche meno appetito: quindi, il riposo non sarà un ostacolo al mantenimento della  dieta.

7. L’allenamento ci rende attivi ed energetici per tutta la giornata ma fare esercizi in eccesso non significa avere ulteriore energia a disposizione perché lo stress accumulato si traduce non solo in stress mentale ma anche in dolori muscolari – prima temporanei poi cronici -. Cerca quindi di non esagerare e impara ad ascoltare i segnali del tuo corpo.

Impara a gestire le risorse: quando saltare un allenamento

8. Ogni individuo ha delle risorse in termini di tempo, denaro ed energia: quando tutte le risorse vengono rivolte unicamente al programma di allenamento, l’esaurimento nervoso è dietro l’angolo. Meglio impegnarsi in un programma sano e adatto ai propri obiettivi senza cercare traguardi impossibili: l’esercizio fisico infatti dev’essere una ricerca continua che dovrebbe sempre generare benessere e soddisfazione. La chiave quindi è individuare un equilibrio che funzioni per te, per il tuo corpo e il tipo di vita che conduci al momento.

9. Al di là di tutte queste considerazioni, andare in palestra ogni giorno è un impegno anche in termini di tempo. Tuttavia è importante non bruciarsi tutto il tempo libero in palestra ma ritagliarsi del tempo da dedicare anche ad altre attività e alle persone vicine.