Ginnastica facciale per una pelle più elastica

- Scritto da in Notizie e Novità

La ginnastica facciale, ossia quella ginnastica per il viso che riesce a prevenire e attenuare le rughe facciali, ha origini antichissime e oggi viene utilizzata in fisioterapia e nella riabilitazione dopo interventi estetici. Si tratta di alcuni esercizi che, se praticati con costanza, contribuiscono a mantenere l’elasticità e la tonicità della pelle del viso.

Inoltre è adatta a tutti e non ha controindicazioni. Per allenare i muscoli del viso, gli esperti consigliano di praticare una serie di esercizi almeno tre volte la settimana, meglio ancora se si riesce a prendere l’abitudine di effettuare semplici esercizi tutti i giorni, per un mese, dopo le prime quattro settimane infatti si inizieranno a vedere i primi risultati. Per una fronte liscia e le palpebre toniche, l’esercizio prevede di corrugare la fronte per 10 secondi, un po’ come ad imitare un viso imbronciato, poi bisogna alzare le sopracciglia spalancando gli occhi, tutto il ciclo di questi movimenti va ripetuto per 10 volte. Sempre per gli occhi, è utile anche sbattere le ciglia una ventina di volte e poi chiudere un occhio per una decina di minuti e poi ripete l’esercizio con l’altro. Invece per avere labbra più toniche e senza rughe si possono accartocciare le labbra, come a voler mandare un bacio a qualcuno e poi distenderle, per 10 volte. Riempire al massimo le guance di aria, gonfiandole come un palloncino, trattenere l’aria per almeno 5 secondi e poi rilasciarle, è il modo migliore per mantenere toniche le guance. Insomma non c’è bisogno di alcun lifting se con la pazienza e gli esercizi si tiene in forma il proprio viso.